FAQ Overview

Tariffe FONIA e profili di abilitazione

Descrizione

Prezzi in Euro

Chiamate di RPA (prezzo al minuto)

0,0100

Chiamate off-net verso rete mobile nazionale (prezzo al minuto)

0,0380

Chiamate verso rete fissa nazionale (prezzo al minuto)

0,0100

Chiamate verso internazionale Area 1 (prezzo al minuto)

0,1300

Chiamate verso internazionale Area 2 (prezzo al minuto)

0,1500

Chiamate originate in Area 1 (prezzo al minuto)

0,1627

Altre chiamate originate in roaming internazionale (prezzo al minuto)

0,5200

Chiamate ricevute in Area 1 (prezzo al minuto)

0,0636

Altre chiamate ricevute in roaming internazionale (prezzo al minuto)

0,1500

Chiamate verso utenze Satellitari (prezzo al minuto)

2,5005

Chiamate verso segreteria telefonica (prezzo al minuto)

0,0100

SMS RPA (prezzo del singolo SMS)

0,0010

SMS non RPA (prezzo del singolo SMS)

0,0300

Invio di un SMS dall’Area 1 (prezzo del singolo SMS)

0,1100

Invio di un SMS dall’Area 2 (prezzo del singolo SMS)

0,1500

Invio di un MMS dal territorio nazionale (prezzo del singolo MMS)

0,2300

Videochiamata (prezzo al minuto)

0,3370

 

Profilo

Limitazioni di chiamata

Profilo 1

Nessuna limitazione di traffico

Profilo 2

Internazionali area 1: traffico nazionale + internazionale area 1

Profilo 3

Nazionali ed internazionali verso uno o più Paesi esteri richiesti dall'Amministrazione contraente

Profilo 4

Traffico nazionale

Profilo 5

RPV e rete fissa nazionali

Profilo 6

RPV e corrispondenti abilitati indicati

Profilo 7

Traffico verso le utenze appartenenti al medesimo gruppo e verso lista dei corrispondenti abituali indicati

Profilo 8

Traffico verso le utenze appartenenti al medesimo o altri gruppi definiti dall'Amministrazione nonché verso la lista dei corrispondenti abituali indicati

Profilo 9

Solo corrispondenti abituali indicati

Profilo 10

Solo ricezione

 

RPV = Rete privata virtuale, ovvero tutte le SIM facenti parte del medesimo contratto

N.B. Tutti i prezzi sono IVA esclusa

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2012-11-15 11:21


Traffico DATI e relativi profili flat

Descrizione

Prezzi in Euro

Canone di tipo “flat” per la trasmissione dei dati fino a 2 Gbyte/mese (canone mensile)

4,00

Canone di tipo “flat” per la trasmissione dei dati fino a 20 GBbyte/mese (canone mensile)

7,00

Traffico in Mbyte (prezzo per Mbyte, sia per tariffa a consumo, sia per superamento delle soglie relative alle tariffe flat)

0,05

Traffico in Mbyte in Area 1 (prezzo per Mbyte)

0,70

Traffico in Mbyte in Area 2 (prezzo per Mbyte)

3,30

 

Si sottolinea che nel caso di uso in paesi esteri non può essere applicato il profilo "flat": il traffico dati in roaming verrà pertanto conteggiato separatamente, come da tariffazione indicata. 

 

Profilo DATI

Descrizione

NO

Disabilitazione al traffico dati

F1

Flat da 2GByte/Mese (4€ mensili) con notifica. Oltre soglia tariffa 0,005€/MByte

F1-B

Flat da 2GByte/Mese (4€ mensili) con notifica. Oltre soglia BLOCCO DEL TRAFFICO

F2

Flat da 20GByte/Mese (7€ mensili) con notifica. Oltre soglia tariffa 0,005€/MByte

F2-B

Flat da 20GByte/Mese (7€ mensili) con notifica. Oltre soglia BLOCCO DEL TRAFFICO

C1

Tariffa a consumo 0,05€/MByte con notifica al raggiungimento delle soglie di 75MByte, 90MByte e 100MByte

C1-B

Tariffa a consumo 0,05€/MByte con notifica al raggiungimento delle soglie di 75MByte, 90MByte e 100MByte. Oltre BLOCCO DEL TRAFFICO.

C2

Tariffa a consumo 0,05€/MByte con notifica al raggiungimento delle soglie di 150MByte, 180MByte e 200MByte

C2-B

Tariffa a consumo 0,05€/MByte con notifica al raggiungimento delle soglie di 150MByte, 180MByte e 200MByte. Oltre BLOCCO DEL TRAFFICO

 

N.B. I prezzi sono tutti IVA esclusa

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2013-10-18 09:05


Canoni di noleggio apparati radiomobili

Descrizione

Canone mensile in Euro

Canone di noleggio e manutenzione degli apparati radiomobili di categoria Top

2,20

Canone di noleggio e manutenzione degli apparati radiomobili di categoria Intermedia

1,50

Canone di noleggio e manutenzione degli apparati radiomobili di categoria Base

0,50

Canone di noleggio e manutenzione degli apparati radiomobili di categoria Modem

0,25

 

All'atto dell'ordine si invita a richiedere l'elenco aggiornato dei terminali effettivamente disponibili a questo ufficio (SRSS - Responsabile Telefonia di Ateneo – centralino@unisi.it).

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2014-02-25 12:39


TIM DUO - Roaming estero

Il TIM DUO permette di abilitare l'opzione "ROAMING" che, come da descrizione:

 

TIM DUO ROAMING, è il servizio opzionale che consente, in modo automatico e senza anteporre il codice, di attribuire tutto il traffico originato e ricevuto in roaming al conto del dipendente. Questa funzionalità è disponibile in caso di utilizzo all’estero di operatori che hanno stipulato accordi di roaming con Telecom Italia (anche quelli che non utilizzano il protocollo CAMEL).

 

Pertanto tutte le SIM con tale opzione attivata, dall'estero, avranno tutto il traffico addebitato sul CONTO PERSONALE del dipendente.

 

Nel caso l'opzione non sia attiva il costo della chiamata viene addebitato all'Amministrazione: il dipendente può comunque anteporre il codice "4146" per addebitare nel suo conto la chiamata.

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2013-03-27 11:46


Servizio Blackberry EasyMail

Per i possessori di RIM BlackBerry è possibile l'attivazione del servizio di Push e-Mail, chiamato "Blackberry Easymail", al costo mensile di 4€

 

Gli interessati devono inviare una richiesta, con i numeri telefonici delle utenze sulle quali attivare il servizio, via FAX al numero (0577-23)2053.


Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2013-10-01 09:38


Utilizzo delle FAQ

Cosa sono le FAQ

FAQ è l'acronimo che deriva dall'inglese "Frequently Asked Questions", che può essere tradotto come "Domande ricorrenti".

Si tratta di una raccolta delle domande più comuni rivolte dagli utenti ai nostri uffici, raggruppate per categoria, contenenti le relative risposte.

La loro utilità consiste nel fornire un aiuto immediato agli utenti su una problematica ricorrente di cui già esiste la soluzione.

In genere la pubblicazione delle FAQ serve per evitare la riformulazione delle domande a cui è già stata data una risposta.

Autore: : Amministratore FAQ Ateneo
Ultimo aggiornamento: 2012-03-16 11:06


Non trovo la risposta al mio problema

Se tra le FAQ pubblicate non trovate la risposta al vostro problema potete sottoporre il vostro quesito all servizio assistenza competente:

Autore: : Amministratore FAQ Ateneo
Ultimo aggiornamento: 2015-09-15 12:49


Cosa sono le domande aperte?

Questa FAQ è in revisione e non può essere visualizzata.

Autore: : Amministratore FAQ Ateneo
Ultimo aggiornamento: 2012-03-16 11:16


TIM DUO - Chiamate personali dal cellulare di servizio

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-12-13 15:38


Migrazione utenze sotto convenzione

Nel caso si desiderasse migrare utenze già intestate a questa amministrazione ed aderenti ad un contratto CONSIP (4 o 5) sotto il contratto dell'Amministrazione Centrale, semplificandone la gestione, è necessario compilare la modulistica allegata.

ATTENZIONE: La migrazione è solamente per le utenze di Telefonia Mobile (SIM). Eventuali terminali ("cellulari" o "chiavette") devono essere gestiti dal referente del contratto e non possono essere migrati.

In particolare è necessario indicare i numeri relativi alle utenze da migrare ed il referente del contratto deve compilare il "NULLA OSTA" alla migrazione, allegando copia di un documento di identità e codice fiscale.

Ricapitolando, la documentazione necessaria si compone:

Tutta la documentazione deve essere compilata nel modo più dettagliato e completo possibile.

Come per ogni altra operazione su contratto CONSIP, le tempistiche per la migrazione sono di 30 giorni lavorativi

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-12-11 11:24


Convenzione CONSIP Telefonia Mobile 5

La convenzione CONSIP Telefonia Mobile 5 è scaduta in data 30/03/2015. A decorrere da tale data, a seguito di richiesta di proroga per ulteriori 6 mesi, non è più possibile effettuare ampliamenti.

Scheda informativa sul portale Acquisti in Rete

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-07-10 11:17


I FAX funzionano su rete VoIP ?

Premettendo che le nuove normative, tra cui il Decreto legge n. 69/2013 ed il CAD - Codice Amministrazione Digitale - (D.Lgs. 82/2005) all'art. 47 comma 2, proibiscono alle Pubbliche Amministrazioni di scambiarsi documenti a mezzo FAX (" È in ogni caso esclusa la trasmissione di documenti a mezzo fax"), questa tecnologia ormai obsoleta ha difficoltà a lavorare correttamente sulle nuove infrastrutture VoIP, a causa di peculiarità tecniche difficilmente superabili.

Negli anni, per semplificare la migrazione ed accompagnare quanto più facilmente possibile la migrazione, per i fax è stato introdotto il protocollo T.38 che dovrebbe risolvere (o quanto meno mitigare) i problemi della trasmissione FAX attraverso reti VoIP.

Tuttavia, per concludere, la politica dell'Ateneo è di procedere verso una abolizione totale dell'uso del FAX, sostituendola con la posta elettronica e l'invio digitale dei documenti, come ben indicato nella circolare n. 165/2016 sugli Adempimenti in applicazione della normativa sulla dematerializzazione

Si invita pertanto gli uffici ad attuare strategie per procedere alla dismissione degli apparecchi FAX attualmente esistenti.

 

Fonti:

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2016-12-02 11:28


Android: backup della rubrica ed altri dati

Questa FAQ è in revisione e non può essere visualizzata.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-01-16 11:46


Acquisto in autonomia di apparati di telefonia mobile

Si ricorda che la circolare emanata dal MEF in merito al "Programma di razionalizzazione degli acquisti della Pubblica Amministrazione - Obbligo per le Amministrazioni statali di approvvigionamento per il tramite di Consip S.p.A." (http://www.dag.mef.gov.it/razionalizzazione_acquisti/documenti/circolare_obblighi_acquisto.pdf) evidenzia le caterie merceologiche per le quali le PA sono tenute ad avvalersi delle convenzioni CONSIP o delle centrali di committenza regionali: energia elettrica, gas, carburanti rete e carburanti extra-rete, combustibili per riscaldamento, telefonia fissa e telefonia mobile.

Se ne consegue, pertanto, che l'acquisto -anche in autonomia da parte dei Dipartimenti- di terminali per la telefonia mobile (come iPad o similari, ovvero tutti quegli apparati dove sia previsto l'inserimento di una SIM) rientra in questi obblighi.

Come ricorda la succitata circolare, "è fatta salva la possibilità di procedere ad affidamenti, nelle indicate categorie merceologiche, anche al di fuori delle predette modalità, a condizione che gli stessi conseguano ad approvvigionamenti da altre centrali di committenza o a procedure di evidenza pubblica, e prevedano corrispettivi inferiori a quelli indicati nelle convenzioni e accordi quadro messi a disposizione da Consip S.p.A. e dalle centrali di committenza regionali. In tali casi i contratti dovranno comunque essere sottoposti a condizione risolutiva con possibilità per il contraente di adeguamento ai predetti corrispettivi nel caso di intervenuta disponibilità di convenzioni Consip e delle centrali di committenza regionali che prevedano condizioni di maggior vantaggio economico. La mancata osservanza delle disposizioni del presente comma rileva ai fini della responsabilità disciplinare e per danno erariale”.

Si prega di notare che il MePa - Mercato elettronico Pubblica Amministrazione - è uno strumento telematico attraverso il quale realizzare gli acquisti sotto soglia comunitaria. Le procedure di acquisto saranno scelte di volta in volta dal Punto ordinante, nel rispetto della normativa vigente di riferimento. Pertanto effettuare l'acquisto di un bene attraverso le procedure di acquisto su MePa non lo rende automaticamente rispettoso della normativa vigente.

Per qualunque chiarimento in merito, si prega di contattare il Dott. Pinassi Michele - Responsabile della Telefonia di Ateneo.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-03-22 13:28


Utenti TIM TUO - Iscrizione al Portale ConvenzioneMobile6

A decorrere dal diecembre 2017, tutti gli utenti con il servizio TIM TUO abilitato (possibilità di effettuare chiamate personali dal cellulare di servizio anteponendo il codice 4616) riceveranno un addebito pari a 3,90€ per l'invio della FATTURA CARTACEA.

La fattura ON-LINE, visualizzabile da portale Telecom ConvenzioneMobile 6 è GRATUITA previa registrazione e richiesta del servizio "NO CARTA" a cura dell'utente assegnatario della SIM.

La registrazione sul portale è da effettuarsi via web all'indirizzo https://www.convenzionemobile6.telecomitalia.it seguendo queste istruzioni:

1) Cliccare sul link "Registrati" in alto a destra della pagina

2) Compilare il campo "P.IVA" inserendo la P.IVA dell'Università di Siena: 00273530527

3) Proseguire nella registrazione inserendo i propri dati personali

4) Seguire le istruzioni a video per completare la registrazione.

 N.B. Sul portale è disponibile il manuale per le procedure di registrazione

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-12-13 14:42


TM7 - Tariffe traffico telefonico

PROFILI SIM RICARICABILE

TARIFFE TRAFFICO TELEFONICO

TARIFFE ROAMING EXTRA-UE

Per ciascuna utenza associata a tali pacchetti, il pacchetto si attiva al momento della prima chiamata, o primo SMS, o prima connessione dati effettuata in roaming non regolamentato. La disponibilità del traffico (periodo di validità) va dal momento dell’attivazione del pacchetto, fino alle ore 24:00 (ora italiana) del giorno stesso.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2019-09-24 12:21


Servizi on-line » UnisiPass

Impostazione e-mail secondaria

E' possibile, per studenti e dipendenti, impostare una mail secondaria per il recupero della unisiPass in caso di smarrimento della stessa.

La procedura di impostazione è alla pagina https://systools.unisi.it/unisipass/imposta_secondaria.php

La mail secondaria permette di impostare delle credenziali temporanee attraverso il codice fiscale, che verranno inviate via posta elettronica all'indirizzo e-mail secondario. 

 

N.B: Per tutti coloro che non hanno l'indirizzo e-mail secondario la procedura da seguire è descritta nelle pagine del Q.it

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2014-12-11 16:01


Password smarrita o dimenticata

Per recuperare la propria password unica è sufficiente andare all'indirizzo https://my.unisi.it e seguire le istruzioni indicate.

La procedura di recupero è molto semplice, necessita tuttavia di un indirizzo mail secondario cui inviare il link per il recupero, si raccomanda pertanto a tutti gli utenti, di impostarlo quanto prima sempre all'indirizzo https://my.unisi.it.

Nel dettaglio la procedura prevede i seguenti passi:

  1. Inserimento del proprio codice fiscale.
  2. Scelta dell'indirizzo e-mail del quale si vuole recuperare la password (solo nel caso l'utente ne abbia più di uno).
  3. Invio di link all'indirizzo mail secondario che imposta una password provvisoria, comunicata successivamente allo stesso indirizzo.

A questo punto la password è reimpostata, l'utente, se lo desidera, può comunque cambiarla con una più facile da ricordare tramite la procedura presente all'indirizzo https://my.unisi.it

Se non si dispone di un indirizzo e-mail secondario contattare il Servizio Helpdesk ( tel. 0577235000, email helpdesk@unisi.it).

Autore: : Amministratore FAQ Ateneo
Ultimo aggiornamento: 2019-05-14 11:41


Riattivazione account bloccato

Può accadere che un account debba essere momentaneamente bloccato in quanto violato da pirati informatici. Tale condizione si verifica prevalentemente in seguito a una risposta a una mail di phishing, con la quale vengono catturate le credenziali di accesso di un utente e utilizzate per inviare spam.
Se avete impostato la mail personale tramite la procedura all'indirizzo https://systools.unisi.it/unisipass/imposta_secondaria.php riceverete un avviso all'indirizzo in questione, altrimenti vi accorgerete del blocco perché le vostre credenziali non vi consentono più di accedere ai servizi on-line di Ateneo.
Per riattivare l'account dovete seguire la procedura all'indirizzo https://systools.unisi.it/unisipass/reimposta.php tramite la quale, dopo aver effettuato l'accesso con la vecchia password, potrete impostarne una nuova, diversa dalla precedente.

Autore: : Amministratore FAQ Ateneo
Ultimo aggiornamento: 2014-12-11 16:08


Modifica password

Per modificare la propria password unica unisiPass utilizzare la procedura a questo indirizzo (vedi figura).

Una volta effettuato l'accesso utilizzando la password corrente, potrete inserire una nuova password. La procedura accetterà solamente password che rispettino i seguenti requisiti:

  • essere composta da almeno 8 caratteri alfanumerici e contenere almeno un numero;
  • non essere simile al nome utente;
  • essere diversa dalla password precedente.

 

Modifica password unica

Autore: : Amministratore FAQ Ateneo
Ultimo aggiornamento: 2016-02-29 11:59


Verificare cambio della password

E' possibile verificare la data di cambio della password dal portale my.unisi.it.

Dopo aver effettuato l'autenticazione, nella sezione "Il mio profilo" conterrà una voce "Ultimo cambio password effettuato..." con il numero dei giorni trascorsi dall'ultimo aggiornamento.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2019-05-14 11:39


Ho ricevuto una mail di sollecito cambio password!

L'attuale normativa prevede che le password per l'accesso ai servizi telematici debbano essere cambiate almeno una volta ogni 6 mesi.  La password deve inoltre rispondere a specifici requisiti di sicurezza:

  • la lunghezza deve essere di almeno 8 caratteri alfanumerici;
  • non può coincidere con il nome utente;
  • non deve contenere né il nome né il cognome;
  • non deve essere all’interno di un elenco di password comuni;
  • non deve già essere stata utilizzata in passato;

A cadenza periodica i nostri sistemi di gestione delle credenziali di autenticazione inviano una mail di notifica tipo:

Le istruzioni per procedere all'aggiornamento della password sono disponibili qui: http://faq.unisi.it/content/2/89/it/modifica-password.html

Maggiori dettagli sono disponibili alla pagina https://www.unisi.it/sicurezza%20informatica

Sulla gestione delle credenziali di autenticazione è stata considerato il Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali" (https://www.camera.it/parlam/leggi/deleghe/03196dl3.htm) in particolare ALLEGATO B che esplicita "La parola chiave, quando e' prevista dal sistema di autenticazione, e' composta da almeno otto caratteri oppure, nel caso in cui lo strumento elettronico non lo permetta, da un numero di caratteri pari al massimo consentito; essa non contiene riferimenti agevolmente riconducibili all'incaricato ed e' modificata da quest'ultimo al primo utilizzo e, successivamente, almeno ogni sei mesi. In caso di trattamento di dati sensibili e di dati giudiziari la parola chiave e' modificata almeno ogni tre mesi."

Come riferimento tecnico per i requisiti minimi delle credenziali di autenticazione è stata anche considerata la Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 1 agosto 2015, “Misure minime di sicurezza ICT per le Pubbliche Amministrazioni”:  https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/documentazione/misure_minime_di_sicurezza_v.1.0.pdf

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2019-05-16 09:04


Servizi on-line » Agenda

Cos'è l'agenda

L'agenda è un calendario remoto personale o condiviso consultabile da qualsiasi PC all'interno della rete di Ateneo attraverso la webmail di Ateneo o il client di posta Thunderbird.

Autore: : Sonia Gialli
Ultimo aggiornamento: 2012-03-16 11:14


Posta elettronica

Posso utilizzare la posta elettronica con il mio smartphone?

Si, è sufficente configurare il programma di posta del proprio telefono utilizzando i seguenti parametri:

Posta in ingresso

Tipo server: IMAP
Nome server: imap.unisi.it
Porta: 993
Nome Utente: [username unisiPass]
Sicurezza della connessione SSL/TLS
Metodo di Autenticazione: Password Normale

Posta in uscita

Tipo server: SMTP
Nome server: smtp.unisi.it
Porta: 587
Sicurezza della connessione STARTTLS
Metodo di Autenticazione: Normale
Eventuale Nome Utente: [username unisiPass]

N.B. Le voci indicate possono variare a seconda dei vari modelli di telefono.

Autore: : BARTALI ROBERTO
Ultimo aggiornamento: 2015-11-19 09:33


Posso utilizzare un programma client di posta?

Si, il programma che noi supportiamo è Mozilla Thunderbird, un software opensource scaricabile a questo indirizzo.

Le istruzioni per la configurazione sono reperibili a questa pagina.

E' comunque possibile utilizzare anche altri programmi di posta (Outlook, Windows Mail etc.) sui quali tuttavia non forniamo assistenza.

 

Autore: : BARTALI ROBERTO
Ultimo aggiornamento: 2015-11-19 09:38


Archiviazione automatica della posta elettronica

Sulle caselle di posta elettronica di Ateneo (ad eccezione di quelle per gli indirizzi del dominio @student.unisi.it) è attivo un servizio di archiviazione automatica dei messaggi.

A cosa serve?

A separare i messaggi più recenti da quelli più vecchi di 2 anni, che generalmente vengono consultati meno di frequente. I messaggi più recenti rimarranno sullo spazio disco attuale (mantenendo il limite di occupazione di 4 GB), mentre gli altri verranno spostati su uno spazio disco con prestazioni minori, ma senza limiti di occupazione.

Quali vantaggi si avranno?

Grazie a questa suddivisione lo spazio a disposizione di ciascun utente aumenterà considerevolmente, poiché i messaggi archiviati (cioè quelli più vecchi di due anni) non avranno limiti di occupazione.

Come avverrà l'archiviazione?

Una procedura automatica, eseguita settimanalmente, individuerà i messaggi più vecchi di 2 anni e li sposterà nella cartella Archivi, visibile dal proprio programma di posta elettronica.

I messaggi archiviati saranno visibili anche dalla webmail?

Si, saranno disponibili sia nella Webmail, sia nel suo programma di posta elettronica (Thunderbird, Outolook, ecc.) che in tutti gli altri dispositivi utilizzati per controllare la posta (smartphone etc.), sempre sotto la cartella Archivi.

Dovrò modificare le impostazioni del mio programma di posta?

No, il programma riconoscerà automaticamente la cartella Archivi.

Perderò l'organizzazione in sottocartelle che avevo già creato?

No, l'eventuale sottocartella verrà ricreata sotto la cartella Archivi.

Potrò eliminare i messaggi archiviati?

Si, i messaggi archiviati potranno essere eliminati.

Potrò eliminare le sottocartelle  create dalla procedura in Archivi?

No, è possibile comunque eliminare i messaggi che contengono.

Autore: : Amministratore FAQ Ateneo
Ultimo aggiornamento: 2017-05-18 11:22


Servizi on-line

UnisiBOT: servizio alerts in tempo reale via Telegram

E' attualmente in fase sperimentale il servizio di avvisi automatici su smartphone relativi a guasti o disservizi sui sistemi informatici, sulla telefonia e sulle reti del Servizio Reti, Sistemi, Sicurezza Informatica.

Il servizio, disponibile previa installazione di Telegram Messenger  (disponibile gratuitamente per PC, MAC, Android, iPhone), può essere attivato visitando questa pagina:

 https://telegram.me/unisibot (nome utente del bot: @UnisiBot)

 

 

UnisiBOT permette anche di effettuare delle comode ricerche sulla rubrica universitaria, usando parole chiave come "segreteria" o "rossi". 

I comandi attualmente disponibili sono:

/help - Visualizza i comandi disponibili e relativa sintassi

/rubrica [chiave] - Effettua una ricerca in rubrica secondo la [chiave] indicata (di almeno 4 caratteri)

/alert - Visualizza le attuali preferenze di ricezione per le notifiche e segnalazioni guasti e disservizi

/togglealert [id area] - Attiva o disattiva le notifiche per l'area [id area]

Eventuali segnalazioni o richieste in merito al servizio possono essere fatte via e-mail all'indirizzo web helpdesk@unisi.it

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2018-11-26 13:14


Posta elettronica » Alias generico

Alias generico

L'alias generico è una casella di posta elettronica virtuale che serve a ridistribuire i messaggi verso uno o più indirizzi e-mail personali.
Si può richiedere un alias generico solo se è riferito ad una struttura, ad un progetto, ad un gruppo di lavoro, etc. (ad es. segr.stud@unisi.it oppure progetto.genoma@unisi.it)

L'alias generico può essere richiesto esclusivamente da un dipendente dell'Ateneo tramite la procedura online disponibile all'indirizzo https://systools.unisi.it/alias.

La richiesta verrà presa in carico dal Servizio Helpdesk, successivamente riceverete una mail con la conferma dell'avvenuta creazione dell'alias.

Potrete aggiungere o rimuovere destinatari tramite il medesimo link utilizzato per la richiesta.

Se tutti i destinatari dell'alias sono sul nuovo sistema di posta elettronica, anziché un alias è consigliabile richiedere una casella condivisa. Ulteriori informazioni al riguardo sono disponibili a questo indirizzo.

Autore: : Paola Pinzuti
Ultimo aggiornamento: 2016-02-05 11:08


Cambiare responsabile Alias

Per modificare il responsabile dell'alias è necessario che il responsabile attuale invii una mail al Servizio Helpdesk in cui comunica l'alias che intende cedere e il nuovo responsabile.

Nel caso in cui l'attuale responsabile non sia più reperibile, il nuovo potrà fare una mail al Servizio Helpdesk in cui chiede di prendere in carico l'alias in questione.

Autore: : Paola Pinzuti
Ultimo aggiornamento: 2016-02-05 10:56


Telefonia di Ateneo

Utilizzo di Skype e simila

L'utilizzo di Skype all'interno dell'Ateneo non è attualmente regolamentato. Questo ufficio non può pertanto offrire assistenza o supporto di alcun genere in merito a Skype ed ai prodotti ad esso collegati. 

 

Questo ufficio non è competente per eventuali problematiche inerenti all'uso di Skype o altri servizi analoghi NON ESPLICITAMENTE supportati.

 

Come dall'Atto di Indirizzo approvato in CdA 26/10/2012:

 

3. L'uso di sistemi telefonici VoIP proprietari closed-source (es. Skype), in base alla legislazione vigente è ammesso solo se necessario per comprovati motivi di servizio, nella consapevolezza che l'assistenza da parte degli uffici dell'Ateneo non potrà essere effettuata, dato che i prodotti sono forniti senza garanzia alcuna e senza istruzioni per gli interventi manutentivi.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2012-11-09 11:00


Responsabile della Telefonia di Ateneo

Con provvedimento del Direttore Amministrativo, Dott. Ines Fabbro, del 27/07/2012, è stato assegnato l'incarico di Responsabile della Telefonia di Ateneo al Dott. Michele Pinassi <michele.pinassi(at)unisi.it>, tel. (0577.23)5000 afferente al Servizio Reti, Sistemi e Sicurezza Informatica. 

 

In particolare, con riferimento alla Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 aprile 1997:

 

Articolo 7 - Responsabilità del controllo tecnico-amministrativo

 

Al fine di assicurare che le scelte discrezionali delle amministrazioni non si discostino dai principi sopra esposti, dovrà essere individuato all’interno di ogni singola amministrazione un responsabile dei sistemi di telefonia il quale, dotato delle necessarie competenze tecniche e amministrative, curerà gli aspetti della sicurezza e della riservatezza delle comunicazioni, si esprimerà sulle necessità tecniche di aggiornamento dei servizi di telefonia e verificherà, inoltre, l’economica gestione dei servizi telefonici.

Detto responsabile potrà essere inserito nella direzione generale degli affari generali e del personale o ufficio equivalente, avrà il compito di colloquiare con il Dipartimento della funzione pubblica (per gli aspetti organizzativi relativi all’efficienza e all’efficacia dei sistemi di telefonia), con il Ministero dei tesoro - PGS (per tutte le questioni tecnico-amministrative concernenti la telefonia fissa tradizionale e la telefonia mobile) e cori il responsabile dei sistemi informativi della medesima amministrazione.

 

Le richieste di assistenza devono essere indirizzate all'indirizzo e-mail centralino@unisi.it

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2015-10-23 14:27


Atto di indirizzo

Il CdA del 26 ottobre 2012 ha approvato il seguente ATTO DI INDIRIZZO PER LA CONCESSIONE E L'USO DEI DISPOSITIVI DI TELEFONIA FISSA E MOBILE PER ESIGENZE DI SERVIZIO DELL’UNIVERSITÀ DI SIENA, di cui qui di seguito alcune parti essenziali (http://www.unisi.it/ateneo/trasparenza-valutazione-merito/piani-programmatici):

 

TELEFONIA MOBILE

 

1. L'uso del telefono cellulare di servizio può essere concesso ai docenti e al personale tecnico-amministrativo,
con oneri a carico dei rispettivi Centri di Gestione, nel caso in cui i soggetti rivestano:

  • cariche istituzionali di particolare rilevanza, che implicano una necessità di costante reperibilità e di traffico ingente, tra le quali, il Rettore, il Direttore Generale, il Pro-Rettore Vicario, i quattro Pro-Rettori (alla ricerca, alla didattica, alle relazioni internazionali e al trasferimento tecnologico) i Direttori di Dipartimento, i Presidente del Consiglio Studentesco;
  • particolari posizioni nell'organizzazione accademica o amministrativa dell’Ateneo tra le quali, i Delegati del Rettore, i Responsabili dei Presìdi, i Referenti di Plesso, i Responsabili di altri uffici o divisioni che, nell'interesse dell'Amministrazione devono essere costantemente reperibili. La particolare posizione discende non dalla posizione gerarchica ma dall’effettivo bisogno di dovere effettuare un numero rilevante di telefonate per ragionidi ufficio, e l’assegnazione avverrà su esplicita richiesta.

 

2. La concessione, su richiesta, avverrà in base ad uno o più dei seguenti criteri:

  • esigenze di reperibilità da parte dei vertici della struttura amministrativa di riferimento e/o degli utenti interni;
  • servizi fuori sede;
  • frequenti spostamenti tra sedi diverse anche nella stessa giornata;
  • particolari esigenze tecniche di comunicazione di altra natura, tra le quali servizi che non possono essere altrimenti soddisfatti con impianti di telefonia fissa e/o altri strumenti di comunicazione quali la posta elettronica.

Nel disporre la concessione l'Amministrazione terrà conto della effettiva necessità dell’uso del cellulare, degli eventuali disguidi o maggiori costi conseguenti al mancato uso del cellulare.

 

3. La concessione del telefono cellulare o della SIM di servizio viene autorizzata preventivamente dal Direttore Generale/Amministrativo o dal Direttore del Dipartimento, tenendo conto in modo rigoroso dei criteri prestabiliti. L'ufficio amministrativo competente per il procedimento ed al quale devono essere inoltrate le richieste è individuato nel Servizio Reti, Sistemi, Sicurezza Informatica. Responsabile del procedimento è il Dott. Michele Pinassi, il quale formalizzerà con verbale di consegna, anche le concessioni autorizzate da parte dei Direttori dei Dipartimento sui propri fondi.


4. Ai fini di un corretto uso del cellulare di servizio, il Direttore Generale/Amministrativo o il Direttore del Dipartimento indicano il modello di apparecchio e tipo di configurazione da attribuire a ciascun cellulare richiesto, scegliendo tra le tipologie disponibili.


5. Le chiamate effettuate per motivi di servizio sono distinte a carico del bilancio universitario o della struttura di appartenenza da quelle effettuate per motivi personali, a carico dell’utilizzatore e tariffate a parte. Quest’ultimo dovrà fornire al Responsabile della Telefonia di Ateneo i dati necessari per consentire l’addebito del traffico personale (residenza, domiciliazione bancaria o numero carta di credito) e la relativa autorizzazione al trattamento dei dati
personali. Nel caso di più consegnatari non sarà possibile effettuare telefonate personali.


6. Il consegnatario del cellulare di servizio è unico responsabile del suo corretto utilizzo. Il consegnatario prenderà in carico il cellulare attivo sottoscrivendo apposita dichiarazione di conoscenza delle condizioni d'uso dello stesso. Nel caso in cui un cellulare sia concesso a più utilizzatori, il consegnatario è individuato nel Responsabile della Struttura, o suo delegato. In tal caso la Struttura dovrà tenere nota degli effettivi utilizzatori per tutta la durata della concessione.


7. L'Amministrazione effettuerà verifiche sui numeri chiamati al fine di accertare il corretto uso del cellulare per ragioni di servizio. I controlli avverranno mediante sorteggio del 5% degli utenti, con sistema informatico, almeno una volta l'anno con riferimento ai tre quadrimestri precedenti. La richiesta di giustificazione sui numeri controllati avverrà mediante autocertificazione dell’utilizzatore che dovrà dichiarare i nomi dei destinatari delle chiamate. Un controllo verrà effettuato in ogni caso quando dall’esame del traffico si rileverà uno scostamento significativo rispetto alla media dei consumi.


8. Il possesso del cellulare dà luogo alle forme di responsabilità previste dal vigente Regolamento per l’Amministrazione e la Contabilità per i consegnatari di beni mobili.

 

9. L'Amministrazione si riserva il diritto di revocare la concessione di uso della SIM e dell'apparecchio di telefonia mobile nel caso in cui non sussistano le condizioni indicate nel presente atto.

 

TELEFONIA FISSA


1. L'assegnazione di linee telefoniche interne e/o passanti e dei relativi servizi può essere richiesta solo dal personale dipendente. A tal proposito si distinguono le autorizzazioni necessarie a seconda delle abilitazioni richieste, come di seguito esplicitate: 

 

          Abilitazioni
Amministrazione Centrale
      Dipartimenti
Chiamate interne (citofono)  Dipendente Dipendente

Chiamate esterne (linee passanti) e verso cellulari

Capo ufficio Direttore del Dipartimento
Chiamate internazionali Direttore generale/Amm.vo Direttore del Dipartimento

 

2. Sono abilitate verso tutte le chiamate, le seguenti figure istituzionali: il Rettore, il Pro-Rettore Vicario, il Delegato alla Ricerca, il Delegato alle Relazioni Internazionali, il Direttore Generale/Amministrativo, i Direttori di Dipartimenti, i Direttori dei Centri Servizi.


3. L'uso di sistemi telefonici VoIP proprietari closed-source (es. Skype), in base alla legislazione vigente è ammesso solo se necessario per comprovati motivi di servizio, nella consapevolezza che l'assistenza da parte degli uffici dell'Ateneo non potrà essere effettuata, dato che i prodotti sono forniti senza garanzia alcuna e senza istruzioni per gli interventi manutentivi.


4. L'attivazione di linee telefoniche fisse indipendenti dalla rete telefonica di Ateneo può avvenire solo per esigenze di servizio di carattere eccezionale attraverso formale richiesta al Responsabile della Telefonia che si occuperà delle pratiche necessarie.


5. L'Amministrazione effettuerà verifiche sui numeri chiamati al fine di accertare il corretto uso del telefono per ragioni di servizio. I controlli avverranno mediante sorteggio del 5% degli utenti, con sistema informatico, almeno una volta l'anno con riferimento ai tre quadrimestri precedenti. La richiesta di giustificazione sui numeri controllati avverrà mediante autocertificazione dell’utilizzatore che dovrà dichiarare i nomi dei destinatari delle chiamate. Un controllo verrà effettuato in ogni caso quando dall’esame del traffico si rileverà uno scostamento significativo rispetto alla media dei consumi.


6. L'uso di apparati di telefonia fissa che non siano di dotazione degli uffici deve essere espressamente autorizzato dal Responsabile della Telefonia, onde evitare danni alla rete telefonica.

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2012-11-09 11:38


Telefonia di Ateneo » Telefonia Mobile

Smarrimento o furto SIM o Telefono aziendale

In caso venga smarrita la SIM e/o il cellulare aziendale è necessario sporgere denuncia di smarrimento (o furto) presso le autorità competenti (Questura, Carabinieri) NEL PIU' BREVE TEMPO POSSIBILE: si ricorda che il traffico telefonico o eventuale illecito compiuto dal momento del furto/smarrimento al momento della denuncia è da addebitarsi al responsabile della custodia del bene.

E' necessario indicare nella denuncia:

  • IMEI del Terminale mobile ("Cellulare") smarrito o rubato, per procedere al blocco dello stesso
  • Numero telefonico/ICCID della scheda SIM

E' altresì necessario informare subito il responsabile della telefonia, inviando copia della denuncia, via e-mail a centralino@unisi.it e successivamente copia cartacea protocollata via posta interna a questo ufficio.

Si ricorda inoltre che eventuali costi dovuti al furto/smarrimento saranno addebitati direttamente al responsabile del bene.

 

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2015-06-17 13:37


Richiesta SIM/cellulare di servizio

Come dall'Atto di Indirizzo (http://www.unisi.it/ateneo/trasparenza-valutazione-merito/piani-programmatici) approvato dal CdA 26/10/2012:

 

2. La concessione, su richiesta, avverrà in base ad uno o più dei seguenti criteri:

  • esigenze di reperibilità da parte dei vertici della struttura amministrativa di riferimento e/o degli utenti interni;
  • servizi fuori sede;
  • frequenti spostamenti tra sedi diverse anche nella stessa giornata;
  • particolari esigenze tecniche di comunicazione di altra natura, tra le quali servizi che non possono essere altrimenti soddisfatti con impianti di telefonia fissa e/o altri strumenti di comunicazione quali la posta elettronica.

Nel disporre la concessione l'Amministrazione terrà conto della effettiva necessità dell’uso del cellulare, degli eventuali disguidi o maggiori costi conseguenti al mancato uso del cellulare.


3. La concessione del telefono cellulare o della SIM di servizio viene autorizzata preventivamente dal Direttore Generale/Amministrativo o dal Direttore del Dipartimento, tenendo conto in modo rigoroso dei criteri prestabiliti. L'ufficio amministrativo competente per il procedimento ed al quale devono essere inoltrate le richieste è individuato nel Servizio Reti, Sistemi, Sicurezza Informatica. Responsabile del procedimento è il Dott. Michele Pinassi, il quale formalizzerà con verbale di consegna, anche le concessioni autorizzate da parte dei Direttori dei Dipartimento sui propri fondi.

 

Per la richiesta di una NUOVA SCHEDA SIM o di un NUOVO TERMINALE MOBILE "Cellulare" compilare l'allegato Modulo RICHIESTA.pdf

 

Per ogni altra necessità, compresa la MIGRAZIONE DI SIM ESISTENTI, la documentazione e le istruzioni per procedere alla richiesta sono nel pacchetto zip allegato a questa pagina:  Kit richiesta terminale mobile.zip

 


ATTENZIONE: le tempistiche previste per l'espletamento delle richieste, secondo le condizioni contrattuali CONSIP, sono di 30 gg dalla data dell'ordine. Si consideri comunque almeno 40 gg dalla data della richiesta per esigenze organizzative interne (protocollo, etc etc etc...).

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2015-06-17 13:36


Numeri brevi

Questa FAQ è in revisione e non può essere visualizzata.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-03-07 12:28


Configurazione Internet su Android

I telefoni smartphone con sistema operativo Android devono essere correttamente configurati per poter utilizzare la rete dati "internet" della convenzione CONSIP Telefonia Mobile 6 prevista per le SIM abiitate. 

Samsung Galaxy S3, S5 ed A3 

Dal menu IMPOSTAZIONI -> Wireless e rete -> Reti mobili si procede a verificare e modificare secondo i seguenti parametri:

  •  "Connessione dati" deve essere abilitato (spuntato)
  •  Dal menu "Profili" selezionare TIM WEB e verificare:
    1. Nome: TIM WEB (o qualsiasi altro nome a piacimento)
    2. APN: ibox.tim.it
    3. Proxy: non impostato
    4. Porta: non impostato
    5. Nome utente: non impostato
    6. Password: non impostato
    7. Server: non impostato
    8. MMSC: non impostato
    9. Proxy MMS: non impostato
    10. Porta MMS: non impostato
    11. MCC: 222
    12. MNC: 01
    13. Tipo autenticazione: nessuno
    14. Tipo APN: default,supl,dun (?)
  • Il "Roaming dati" dovrebbe essere sempre disabilitato poiché può comportare costi aggiuntivi durante la permanenza all'estero.

APN

Nel caso, potete trovare ulteriori informazioni a questa pagina web: http://www.tecnophone.it/2013/01/15/come-impostare-apn-inbox-tim-it-su-android-guida/

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-09-28 10:25


Cessazione utenze

Nel caso si desideri cessare una o più utenze (SIM) o terminali (Cellulari o Chiavette Dati) di telefonia mobile, è necessario inviare per posta interna le SIM e/o i terminali da cessare, insieme al seguente modulo debitamente compilato e sottoscritto dall'assegnatario dei dispositivi:

 

 

ATTENZIONE: questa procedura è applicabile solamente per le utenze/terminali intestati sul contratto CONSIP di Ateneo. Eventuali utenze/terminali intestati a contratti sottoscritti dai dipartimenti, è necessario rivolgersi ai rispettivi segretari amministrativi e/o referenti.

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2014-01-14 12:12


TIM TUO (4616) dall'Estero

In caso l'utenza abbia attivata l'opzione TIM TUO con il ROAMING INTERNAZIONALE, è possibile addebitare la chiamata al dipendente con le stesse modalità del traffico nazionale.

Questo servizio è però previsto solo nei paesi che hanno aderito all’accordo easy roaming con gestore Camel, di seguito elencati:

Operatore

Area Geografica

Paese

CELLPLUS MOBILE COMMUNICATIONS

Africa

MAURITIUS

CELTEL KENIA (EX KENCELL)

Africa

KENIA

MAROC TELECOM

Africa

MAROCCO

CVMOVEL

Africa

CAPO VERDE

ETISALAT EG

Africa

EGITTO

MEDI TELECOM

Africa

MAROCCO

MOBILE TELEPHONE NETWORK

Africa

SUD AFRICA

MOBINIL

Africa

EGITTO

ORASCOM

Africa

TUNISIA

OROSCOM - DJEZZY

Africa

ALGERIA

TUNISIE TELECOM

Africa

TUNISIA

VODAFONE (EX MISRFONE)

Africa

EGITTO

WATINYA TELECOM ALGÉRIE

Africa

ALGERIA

ENTEL PCS Telecomunicaciones S.A

America Latina

CILE

BOUYGUES CARAIBE

America Latina

CARAIBI FRANCESI

TELEFONICA MOVILES

America Latina

COLOMBIA

CINGULAR WIRELESS ( EX AWS BERMUDA EX TELECOM BERMUDA)

America Latina

BERMUDA

ETECSA(EX C-COM)

America Latina

CUBA

MOSSEL DIGICEL

America Latina

GIAMAICA

ORANGE DOMINICANA (EX FRANCE TELECOM)

America Latina

DOMINICANA REPUB.

TELECOM PERSONAL

America Latina

ARGENTINA

TIM CELLULAR CENTRO SUL (TIM BRASIL)

America Latina

BRASILE

TIM CELLULAR RIO NORTE(TIM BRASIL)

America Latina

BRASILE

TIM CELLULAR SAN PAULO (TIM BRASIL)

America Latina

BRASILE

AWCC

Asia e Medio Oriente

AFGHANISTAN

Orange Partner

Asia e Medio Oriente

ISRAELE

CELLCOM

Asia e Medio Oriente

ISRAELE

DHIRAAGU

Asia e Medio Oriente

MALDIVE

ETISALAT

Asia e Medio Oriente

EMIRATI ARABI UNITI

DU

Asia e Medio Oriente

EMIRATI ARABI UNITI

ETIHAD ETISALAT

Asia e Medio Oriente

ARABIA SAUDITA

HONG KONG CSL (EX CABLE&WIRELESS)

Asia e Medio Oriente

HONG KONG

GIAPPONE

Asia e Medio Oriente

NTT DOCOMO

SINGAPORE TELECOM MOBILE Pte Ltd GSM 900 (SINGTEL)

Asia e Medio Oriente

SINGAPORE

TA ORANGE

Asia e Medio Oriente

THAILANDIA

TAC (DCS 1800)

Asia e Medio Oriente

THAILANDIA

TELKOMSEL

Asia e Medio Oriente

INDONESIA

WATANIYA TELECOM

Asia e Medio Oriente

KUWAIT

WATANIYA TELECOM MALDIVES

Asia e Medio Oriente

MALDIVE

ALBANIAN MOBILE COMMUNICATION

Europa

ALBANIA

AMC

Europa

ALBANIA

AMENA

Europa

SPAGNA

AREEBA LTD(EX SCANCOM LTD)

Europa

CIPRO

MOLDCELL

Europa

MOLDAVIA

CYTAMOBILE(Vodafone)

Europa

CIPRO

AVEA(EX TT&TIM)

Europa

TURCHIA

BASE (EX KPN ORANGE)

Europa

BELGIO

BELGACOM

Europa

BELGIO

BOUYGUES (DCS 1800)

Europa

FRANCIA

CYTAMOBILE VODAFONE

Europa

CIPRO

COSMO BULGARIA MOBILE (GLOBUL)

Europa

BULGARIA

COSMOFON

Europa

MACEDONIA

COSMOTE

Europa

GRECIA

COSMOTE

Europa

ROMANIA

ELISA

Europa

FINLANDIA

ELISA MOBIILSIDETEENUSED AS(EX RADIOLINJA EESTI)

Europa

ESTONIA

E-PLUS

Europa

GERMANIA

ERA GSM

Europa

POLONIA

VIMPTELCOM

Europa

RUSSIA

VIMPEL

Europa

RUSSIA

GO MOBILE

Europa

MALTA

KPN TELECOM

Europa

PAESI BASSI

KYIVSTAR

Europa

UCRAINA

MEGAFONE (EX NORTH WEST)

Europa

RUSSIA

METEOR

Europa

IRLANDA

MOBIFON

Europa

ROMANIA

MOBILE TELESYSTEMS (MTS)

Europa

RUSSIA

MOBILKOM AUSTRIA

Europa

AUSTRIA

MOBILTEL

Europa

BULGARIA

MOBIMAK

Europa

MACEDONIA

MOBISTAR

Europa

BELGIO

MOBITEL

Europa

SLOVENIA

MOBTEL

Europa

SERBIA/MONTENEGRO

MONET

Europa

SERBIA/MONTENEGRO

NETCOM GSM AB

Europa

NORVEGIA

O2 (EX CELLNET)

Europa

GRAN BRETAGNA

O2 (EX ESAT DIGIFONE)

Europa

IRLANDA

O2 (EX VIAG INTERKOM)

Europa

GERMANIA

OG VODAFONE

Europa

ISLANDA

OMNITEL

Europa

LITUANIA

LMT

Europa

LETTONIA

ONE (EX CONNECT)

Europa

AUSTRIA

OPTIMUS

Europa

PORTOGALLO

ORANGE

Europa

SVIZZERA

ORANGE

Europa

GRAN BRETAGNA

ORANGE (EX DUTCHTONE)

Europa

PAESI BASSI

ORANGE (EX FRANCE TELECOM)

Europa

FRANCIA

ORANGE (EX GLOBTEL)

Europa

REP. SLOVACCA

TELEFONICA O2

Europa

REP. SLOVACCA

ORANGE ROMANIA (EX MOBILROM)

Europa

ROMANIA

PANNON GSM

Europa

UNGHERIA

POLKOMTEL

Europa

POLONIA

PTK CENTERTEL

Europa

POLONIA

RS TELECOMMUNICATION EX JODP EX MOBILNA SRPSKE (MOBI'S)

Europa

BOSNIA ERZEG.

HT Mobile Communications Ltd Mostar

Europa

BOSNIA ERZEG.

SFR

Europa

FRANCIA

SI.MOBIL - VODAFONE

Europa

SLOVENIA

SONERA

Europa

FINLANDIA

SONOFON

Europa

DANIMARCA

SUNRISE (EX DIAX)

Europa

SVIZZERA

SWISSCOM

Europa

SVIZZERA

SWISSCOM (ex TELECOM FLAG)

Europa

LIECHTENSTEIN

TANGO S.A.

Europa

LUSSEMBURGO

TELE DANMARK MOBILE

Europa

DANIMARCA

TELEFONICA

Europa

SPAGNA

TELEKOM SRBJIA

Europa

SERBIA/MONTENEGRO

TELENOR

Europa

SVEZIA

TELENOR MOBIL

Europa

NORVEGIA

TELERING

Europa

AUSTRIA

TELEFONICA O2

Europa

REP. CECA

TELFORT B.V.(EX  O2)

Europa

PAESI BASSI

TELIA SONERA MOBILE NETWORKS

Europa

SVEZIA

TELIA SONERA MOBILE (EX TELIA DENMARK)

Europa

DANIMARCA

TIM HELLAS (EX TELESTET)

Europa

GRECIA

TMN

Europa

PORTOGALLO

T-MOBILE

Europa

AUSTRIA

T-MOBILE

Europa

GERMANIA

T-MOBILE (EX BEN)

Europa

PAESI BASSI

T-MOBILE (EX MERCURY ONE 2 ONE)

Europa

GRAN BRETAGNA

T-MOBILE (EX RADIO MOBIL)

Europa

REP. CECA

T-MOBILE CROATIA LLC (EX HT MOBILE COMMUNICATION )

Europa

CROAZIA

VIPNET

Europa

CROAZIA

T-MOBILE SLOVENSKO (EX EUROTEL BRATISLAVA)

Europa

REP. SLOVACCA

T-MOBILE WESTEL 900

Europa

UNGHERIA

TURKCELL

Europa

TURCHIA

VIP-NET

Europa

CROAZIA

VODAFONE

Europa

MALTA

VODAFONE

Europa

REP. CECA

VODAFONE

Europa

UNGHERIA

VODAFONE

Europa

GRAN BRETAGNA

VODAFONE (EX TELSIM)

Europa

TURCHIA

VODAFONE (EX AIRTEL MOVILES)

Europa

SPAGNA

VODAFONE (EX EIRCELL)

Europa

IRLANDA

VODAFONE (EX LIBERTEL)

Europa

PAESI BASSI

VODAFONE (EX MANNESMANN)

Europa

GERMANIA

VODAFONE (EX PANAFON)

Europa

GRECIA

VODAFONE (EX TELECEL)

Europa

PORTOGALLO

VODAFONE ALBANIA

Europa

ALBANIA

VOXMOBILE S.A. (LUXCOMMUNICATIONS)

Europa

LUSSEMBURGO

P&T

Europa

LUSSEMBURGO

CINCINNATI BELL WIRELESS

Nord America
(USA e Canada)

USA

CINGULAR

Nord America
(USA e Canada)

USA

CINGULAR WIRELESS (EX AT&T WIRELESS)

Nord America
(USA e Canada)

USA

T-MOBILE

Nord America
(USA e Canada)

USA

T-MOBILE (DIGIPH)

Nord America
(USA e Canada)

USA

T-MOBILE EASTCOAST (EX VOICESTREAM EAST COAST EX OMNIPOINT)

Nord America
(USA e Canada)

USA

T-MOBILE MIDCOAST (EX AERIAL)

Nord America
(USA e Canada)

USA

T-MOBILE WESTCOAST
(EX VOICESTREAM WESTCOAST)

Nord America
(USA e Canada)

USA

TELEFONICA

Centro America

MESSICO

SINGTEL OPTUS LIMITED

Oceania

AUSTRALIA

Telstra

Oceania

AUSTRALIA

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2015-06-17 13:36


Sostituzione del terminale mobile aziendale

In caso di guasto o malfunzionamento del terminale di telefonia mobile ("Cellulare" o "chiavetta") è prevista la sostituzione dello stesso con medesimo modello, senza accessori.

Per procedere alla sostituzione è necessario:

  1. inviare una e-mail per l'apertura del ticket a helpdesk@unisi.it, indicando il Nome e Cognome dell'utilizzatore, oltre ad un recapito telefonico alternativo;
  2. spedire via posta interna il terminale non funzionante senza la SIM e senza eventuali accessori (cuffie, caricabatterie...) a:

Michele Pinassi
Ufficio Esercizio e Tecnologie
Via S. Bandini 25
SIENA

A seguito dell'avvenuta sostituzione e disponibilità del nuovo terminale, sarete avvertiti per concordare le modalità di consegna dello stesso.

La tempistica necessaria per la sostituzione può variare dai 7 ai 15 giorni lavorativi.

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2019-02-06 12:36


RIM Blackberry e servizi associati

In convenzione CONSIP sono disponibil anche modelli di cellulare Blackberry, con relativi servizi per il push della posta elettronica.

In particolare, se si desidera la funzionalità Push per le e-mail, deve essere richiesta l'attivazione del servizio BIS (e non BES), compatibile con i servizi di posta elettronica dell'Università di Siena:

Il servizio BIS e' concepito per gli utenti BlackBerry che hanno caselle di posta elettronica accessibili via POP3/IMAP sia private che aziendali. Tramite il portale BIS del proprio operatore mobile l'utente puo' in modo autonomo integrare le proprie caselle email sul proprio telefono BlackBerry. Dopo qualche minuto sul palmare compare una nuova icona messaggi per ciascuna casella di posta configurata. 
Il servizio BIS effettua un polling (verifica) ogni 15 minuti circa su ciascuna casella di posta elettronica per rilevare eventuali nuovi messaggi ed invia in automatico (modalita' push) i nuovi messaggi sul palmare. 

Questo servizio ha un costo di 4€ mensili ad utenza e deve successivamente essere configurato dal proprietario del terminale attraverso il portale https://tim.blackberry.com/

E' possibile avere maggiori informazioni sul servizio Blackberry BIS sul sito http://blackberryitalia.it/faq/bis-blackberry-internet-service

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2015-01-16 09:25


Traffico dati in ROAMING (dall'estero)

Si informano tutti gli utenti assegnatari di SIM aziendale che Telecom Italia ha abolito i sovrapprezzi del roaming in qualsiasi Stato dell'Area Economica Europea (EAA), a partire dalla data di entrata in vigore del Regolamento UE, secondo l'iniziativa denominata RLAH-  Roam Like At Home (https://europa.eu/youreurope/citizens/consumers/internet-telecoms/mobile-roaming-costs/index_en.htm).


Per il traffico dati da Paesi extra-UE, il costo del traffico dati è variabile a seconda del Paese:

Roaming - Mbyte a consumo in Area 1 = 0,1142€ a MByte
Roaming - Mbyte a consumo in Area 2 = 0,8€ a MByte

A seguito di alcuni spiacevoli episodi occorsi in passato, è stato deciso di impostare una soglia di sicurezza di 50€ mensili su tutte le utenze di telefonia mobile abilitate al traffico dati dall'estero, se non diversamente indicato.

Ricordiamo che, per coloro che avessero in programma viaggi di lavoro all'estero, è possibile attivare una flat di 500MByte mensili in ROAMING al costo di 15€ mensili. L'attivazione deve essere richiesta presso questo ufficio con congruo anticipo (almeno 30-45 giorni prima).

Gli utenti che avessero particolari esigenze possono contattare questo ufficio per valutare la soluzione più adatta.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2019-05-07 12:31


Migrazione utenze di Telefonia Mobile sotto Convenzione CONSIP

E' possibile richiedere la migrazione della propria utenza di telefonia mobile (non del terminale, solo dell'utenza telefonica) da altri operatori alla convenzione CONSIP attualmente in essere, beneficiando delle tariffe e dei servizi in convenzione. 

Per procedere, è necessario scaricare e compilare i moduli allegati. In particolare, se le utenze sono intestate all'AMMINISTRAZIONE (Dipartimenti, Uffici...) è necessario compilare i moduli:

MIGRAZIONE AMMINISTRAZIONE - Modulo.pdf

MIGRAZIONE AMMINISTRAZIONE - Nulla Osta.pdf

 

Mentre per utenze intestate a PERSONE FISICHE (privati) i moduli sono i seguenti:

MIGRAZIONE - Nulla Osta.pdf

MIGRAZIONE - Modulo.pdf

 

ATTENZIONE: in entrambi i casi è necessario allegare copia del DOCUMENTO DI IDENTITA' dell'intestatario o del referente del contratto 

Il materiale può essere inviato via posta elettronica all'indirizzo centralino@unisi.it

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2016-04-05 10:12


Portabilità del numero

E' possibile, per i dipendenti assegnatari di utenza aziendale, migrare il proprio numero all'interno del contratto CONSIP di Ateneo, così da mantenere la propria numerazione.

E' altresì possibile l'operazione inversa, ovvero -in caso di cessione dell'utenza aziendale- mantenerne la numerazione in un contratto privato attivato dall'utente interessato.

La portabilità MNP (Mobile Number Portability), come definita dalla delibera AGCOM 60/08/CIR, avviene dietro esplicita richiesta dell'operatore Ricevente (l’operatore che acquisisce il cliente che ha chiesto la portabilità del numero) che chiede all'operatore Cedente (l’operatore che ha il contratto con un cliente che ha chiesto la portabilità del numero per ricevere il servizio mobile da altro operatore) di effettuare l'operazione.

 

Per procedere con la portabilità da Università di Siena ad utenza privata, è necessario inviare via e-mail a centralino@unisi.it specificando il numero di telefono da migrare ed allegando scansione del codice fiscale e documento di identità valido (Carta di identità, passaporto) dell'utente destinatario.

Tale operazione avvia le procedure di conversione dell'utenza da business a ricaricabile TIM, che poi potrà essere migrata all'operatore desiderato direttamente dall'utente.

Le tempistiche per la migrazione sono di circa 3 giorni lavorativi.

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2016-12-05 12:33


Obblighi del consegnatario del Terminale di Telefonia Mobile

Ai sensi del REGOLAMENTO PER LA TENUTA E LA GESTIONE DELL’INVENTARIO DEI BENI IMMOBILI E MOBILI DELL’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI SIENA art. 19 "Compiti e responsabilità del Consegnatario":

1. Il Consegnatario è direttamente e personalmente responsabile dei beni a lui affidati relativamente al periodo in cui ha il bene in consegna nonché di qualsiasi danno che possa derivare ai suddetti beni da sue azioni od omissioni.

2. Spetta al Consegnatario controllare la congruità degli acquisti relativamente all’attività dell’unità organizzativa nella quale il bene viene ubicato.

3. Il Consegnatario vigila sulla buona conservazione e sul regolare uso dei beni, ponendo in essere quanto necessario alla loro integrità e alla idoneità ad essere destinati all’ uso.

4. Il Consegnatario ha l’obbligo di segnalare, di richiedere o di ordinare interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria, di custodia e di conservazione.

5. Il Consegnatario è tenuto ad indicare chiaramente i beni che siano trasferiti dalla collocazione originaria per dare luogo ad utilizzazioni diverse o a cura di strutture o di operatori diversi da quelli originari tramite gli strumenti previsti dal presente regolamento (registri, verbali di consegna, sistema informatico, individuazione dei sub Consegnatari).

6. I Consegnatari garantiscono che siano correttamente seguite le seguenti procedure:

a) inventariazione dei beni tramite il sistema informatico ed apposizione di timbro, numero di inventario e firma sulla relativa fattura;

b) apposizione delle etichette, in posizione ben visibile (quando possibile) su ciascun bene mobile;

c) denuncia di eventi dannosi, fortuiti o volontari;

d) attivazione della procedura di scarico nel caso di cancellazione di beni dall’inventario;

7. Spetta agli uffici dell’amministrazione centrale o agli uffici amministrativi delle strutture dotate di autonomia amministrativa contabile, assicurarsi che siano correttamente svolte le seguenti attività:

a) rivalutazione dei beni, su disposizione degli organi di governo e secondo criteri da essi stabiliti;

b) verifica della tenuta e dell’aggiornamento dell’inventario;

c) stampa e conservazione, alla chiusura di ciascun esercizio finanziario, degli inventari distinti per categoria, da cui si evidenzi il valore ed il numero dei beni inventariati all’inizio e alla fine dell’esercizio;

d) ricognizione materiale dei beni, ogni cinque anni secondo l’ordine definito dagli organi di governo o quando l’Amministrazione Centrale lo disponga in via generale. 

 

Si sottolinea come gli interventi di assistenza devono essere veicolati attraverso il Referente Tecnico del Plesso a cui si afferisce che, nel caso di necessità, si avvarrà della consulenza del Responsabile della Telefonia.

Si sottolinea, inoltre, che sarà cura del consegnatario l'eventuale salvataggio dei dati (rubrica, documenti, foto etc etc etc...) contenuti nel Terminale in caso di sostituzione dello stesso. 

Il Responsabile della Telefonia non è in alcun caso responsabile per la perdita di dati dovuta ad uso improprio del terminale, compresa l'installazione di software non espressamente autorizzato sul terminale stesso: si prega di astenersi dall'installare sui terminali di telefonia mobile software di terze parti o comunque non espressamente autorizzato.

 

 

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-01-16 11:43


Android: backup della rubrica ed altri dati

I terminali di Telefonia Mobile con sistema operativo Android (ad es. Samsung, Sony, LG...) hanno la possibilità di effettuare il salvataggio automatico dei dati:

  • rubrica
  • foto
  • configurazioni

direttamente sui loro server, previa autenticazione con account Google. Il terminale, alla prima accensione, chiederà di conoscere se l'utente è in possesso di un account Google/Gmail per il backup dei dati. 

Questo sistema permette di avere sempre aggiornati i dati della rubrica e potervi anche accedere (e gestirli) via web all'interfaccia:

contacts.google.com

ATTENZIONE: Il backup dei dati avviene solamente se il terminale è connesso alla rete Internet

Si ricorda tuttavia che il Responsabile della telefonia non è in alcun modo responsabile di errori, perdite di dati, omissioni o danni derivanti dall'uso di questo sistema, offerto gratuitamente da Google. L'assistenza per Android è disponibile via web a questo indirizzo: https://support.google.com/android/?hl=it

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-01-16 11:52


Conoscere il credito residuo

Solo per le utenze CONSIP ricaricabile, si può tenere sotto controllo i consumi della linea in uno dei seguenti modi:

  • Scaricando l’App TIM Business, disponibile su Apple Store, Google play, Windows Store e BlackBerry World
  • Chiamando dal tuo cellulare il numero gratuito dall’Italia 40916
  • Inviando un SMS gratuito dalla tua linea al numero 40916, scrivendo “CREDITO” per conoscere il tuo credito residuo

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2019-11-11 12:35


Telefonia di Ateneo » Telefonia Fissa

Conoscere il numero di telefono di una presa/telefono

Da qualsiasi apparecchio telefonico di Ateneo è possibile, componendo l'interno 5000 (0577-23 5000 dall'esterno) e seguendo le istruzioni vocali (post-selezione "2" e successivamente "1"), conoscere il numero di telefono sul quale è attestata la presa/apparecchio.

La chiamata è possibile da qualsiasi apparecchio/linea/presa telefonica attiva.

 

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-03-20 11:51


Richiesta account/numero VoIP

Anche se in fase di sperimentazione, è attualmente possibile richiedere un account sul sistema VoIP di Ateneo.

Allo stato attuale il sistema permette di ricevere/inviare chiamate sia interne che verso l'esterno, oltre ad una serie di servizi evoluti come la casella vocale. Tuttavia è opportuno evidenziare alcune limitazioni del sistema:

  • impossibilità di rispondere a chiamate dirette verso altri telefoni ("call pickup")
  • impossibilità di inoltrare chiamate verso altri telefoni non VoIP
  • impossibilità di avere il servizio di richiamata automatica su occupato

Agli utenti che ne fanno richiesta viene fornito un numero interno 37xx o 5xxx raggiungibile direttamente dall'esterno attraverso la radice 0577-23 (ad esempio, nel caso dell'interno VoIP 5001, il numero diretto geografico è 0577-235001) ed un account utilizzabile anche in simultanea su più terminali.

Per richiedere un account è sufficiente inviare una mail a centralino@unisi.it: la notifica di avvenuta attivazione ed i dati relativi all'account saranno inviati via posta elettronica al richiedente.

Sarà cura di questo ufficio fornire un terminale compatibile con l'infrastruttura VoIP di Ateneo. 

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2018-11-22 11:03


Specifiche server VoIP Unisi.it

Interamente basato su software libero e su sistema operativo Debian, il server VoIP@Unisi.it implementa i protocolli standard SIP utilizzando OpenSIPS, fork del pià famoso OpenSER.

L'interconnessione con la rete telefonica interna di Ateneo avviene tramite 2 gateway SIP/ISDN Patton SN4960 per un totale di 60 canali.

La configurazione dei client VoIP per il sistema VoIP@Unisi.it è la seguente:

Protocollo SIPv2 (RFC3261)

Server: voip.unisi.it

Porta: 5060 (default)

Outbound proxy (se richiesto): voip.unisi.it

ATTENZIONE: Le connessioni sono permesse solamente dalla rete interna dell'Ateneo

Per il sistema operativo Windows, consigliamo il client VoIP X-Lite, scaricabile gratuitamente da: http://www.counterpath.com/x-lite-download/

Per smartphone o altri sistemi Android, consigliamo il client VoIP CSipSimple: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.csipsimple&hl=it

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2018-11-22 11:03


Convenzione CONSIP Telefonia Fissa 4 - Tariffe

Area
Tariffa in € al minuto

Distrettuale, incluso urbane

0,006600

Interdistrettuale

0,008600

Verso rete mobile

0,050000

Internazionale – Area 1

0,051400

Internazionale – Area 2

0,091100

Internazionale – Area 3

0,167800

Internazionale – Area 4

0,096200

Internazionale – Area 5

0,255700

Internazionale – Area 6

0,200000

Internazionale – Area 7

0,122600

Internazionale – Area 8

0,219300

 

La suddivisione delle aree internazionali è di seguito riportata.

Area 1: Austria, Belgio, Canada, Croazia, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Slovenia, Stati Uniti D'America, Svezia, Svizzera

Area 2: Albania, Algeria, Andorra, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Repubblica Ceca, Egitto, Gibilterra, Islanda, Iugoslavia, Libia, Liechtenstein, Macedonia, Malta, Marocco, Moldavia, Principato Di Monaco, Polonia, Romania, Slovacchia Repubblica, Saint Pierre E Michelon, Turchia, Ungheria, Tunisia

Area 3: Arabia Saudita, Bahrein, Cipro, Emirati Arabi Uniti, Giordania, Iran, Iraq, Israele, Kuwait, Libano, Oman, Pakistan, Qatar, Siria, Uzbekistan, Yemen

Area 4: Australia, Giappone, Nuova Zelanda

Area 5: Angola, Antille Olandesi, Argentina, Belize, Benin, Bolivia, Brasile, Burundi, Camerun, Rep. Centrafricana., Ciad, Cile, Colombia, Congo, Costa D'avorio, Costa Rica, Cuba, Ecuador, El Salvador, Eritrea, Etiopia, Guatemala, Hawaii, Honduras, Kenya, Lesotho, Liberia, Madagascar, Mauritania, Messico, Mozambico, Nicaragua, Nigeria, Panama, Paraguay, Perù, Portorico, Senegal, Somalia, Repubblica Sudafricana, Sudan, Uganda, Uruguay, Venezuela, Zaire, Zambia

Area 6: Filippine, India, Indonesia, Malaysia, Thailandia

Area 7: Armenia, Azerbaigian, Cina, Georgia, Kazakistan, Russia, Taiwan

Area 8: Tutti Gli Altri Paesi

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2014-10-31 10:42


Unisi VoIP Quick Start

Per facilitare l'utilizzo dei terminali VoIP in dotazione all'Ateneo, è stata realizzata una veloce guida "quick start".

E' possibile scaricare la versione più aggiornata direttamente da questa pagina: Unisi VoIP - Quick Start.pdf

Segnalazioni, errori, omissioni e suggerimenti relativi al presente manuale possono essere segnalati via e-mail a centralino@unisi.it.

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2018-11-22 11:04


Progetto NRENum

L'Università di Siena collabora al progetto NRENum, permettendo l'effettuazione di telefonate via VoIP tra le istituzioni partecipanti al progetto senza costi aggiuntivi.

L'elenco dei partecipanti italiani è disponibile sul sito GARR alla pagina http://www.servizi.garr.it/index.php/it/voip/partecipanti

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2018-11-22 11:04


Accesso al servizio VoIP in mobilità

E' possibile connettersi al servizio di telefonia VoIP dell'Ateneo anche in mobilità, sul proprio smartphone o netbook, connettendosi via VPN o via WiFi (Eduroam) alla rete di Ateneo (Le istruzioni sono diponibili a questa pagina web: www.uet.unisi.it/vpn/ e www.uet.unisi.it/wireless/) ed utilizzando un client VoIP compatibile con il protocollo SIP (si suggerisce l'uso dei client indicati).

Per configurare l'accesso alla rete VoIP (dopo essersi assicurati che il proprio dispositivo sia correttamente connesso alla Rete dell'Ateneo) devono essere recuperate le credenziali della numerazione VoIP desiderata accedendo ed autenticandosi sul portale VoIP@Unisi:

ATTENZIONE: Si sottolinea che non è possibile garantire la qualità del servizio poiché dipende dalle caratteristiche del collegamento ad Internet utilizzato dall'utente. Per poter avere una qualità adeguata, si suggerisce di utilizzare una connessione ADSL 7MB o superiore. Su rete 4G/LTE la qualità del servizio dipende dalla copertura della Rete mobile.

Impostazioni

Server VoIP: voip.unisi.it
Porta: 5060/UDP

ATTENZIONE: Verificare che il servizio STUN sia disabilitato.

Android

Suggeriamo l'utilizzo di Zoiper Lite (https://play.google.com/store/apps/details?id=com.zoiper.android.app&hl=en), gratuito e disponibile su Google Play.

Windows/Linux/MAC

Suggeriamo l'uso del client Zoiper5 (https://www.zoiper.com/en/voip-softphone/download/current), gratuito per utilizzo non commerciale.

Verificare inoltre che lo STUN sia disabilitato: dalla schermata Accounts, cliccare su Advanced e scorrere fino a "Use STUN", che deve essere sulla voce "Don't use STUN".

Per maggiori informazioni o segnalazioni, potete contattare il servizio Helpdesk via e-mail a helpdesk@unisi.it o via telefono al numero 0577-235000

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2019-10-17 13:51


Messaggio "Account locked"

Per motivi di sicurezza, i nuovi account VoIP o gli account VoIP che sono fuori linea per molto tempo, vengono bloccati a tutte le chiamate in uscita.

La diagnosi del problema avviene provando ad effettuare una chiamata: sul display comparirà l'errore "Account locked".

E' necessario che l'utente assegnatario verifichi sulla propria casella e-mail @unisi.it la ricezione della mail di notifica e che provveda a cliccare sul link indicato dal pulsante "ABILITA ACCOUNT VOIP" come in figura.

 oppure, in alternativa alla mail, si può procedere all'ABILITAZIONE DELL'ACCOUNT VOIP attraverso il portale voip.unisi.it -> Profilo -> Numerazioni VoIP assegnate

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2018-11-22 11:04


Telefonia di Ateneo » Telefonia Fissa » Servizi telefonia legacy

Deviazione temporanea

La deviazione consiste nel configurare la propria linea interna in modo che le chiamate entranti vengano automaticamente deviate presso altro numero interno.

L'attivazione della deviazione si può fare direttamente dal proprio apparecchio telefonico digitando:

 

*21*[interno]#

 

per disattivare la deviazione comporre:

 

#21#

 

Esempio: per attivare la deviazione del proprio interno sul numero 5555 comporre, dal proprio apparecchio telefonico *21*5555#. Per disattivare la deviazione è sufficente comporre #21#.

 

ATTENZIONE: La deviazione rimane attiva fino alla sua disattivazione 

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2014-02-25 12:22


Deviazione permanente

E' possibile attivare il servizio di call diversion, che permette la deviazione di telefonate non risposte (dopo 4 squilli) presso altro interno.

L'attivazione e la disattivazione del servizio devono essere fatte sulla centrale telefonica dall'opreatore, pertanto è necessario inviare richiesta scritta via e-mail all'indirizzo centralino@unisi.it specificando:

 

  • numero dove attivare il servizio
  • numero dove deviare le chiamate non risposte

E' possibile attivare solo una call diversion per interno.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2012-10-26 10:09


Blocco del telefono

ATTENZIONE: PROCEDURA SOLO PER TELEFONI ANALOGICI (NON VOIP)

E' possibile effettuare il blocco di un certo apparecchio telefonico, nel caso si renda necessario un controllo sull'uso dello stesso (es. apparecchi posti in luoghi pubblici quali corridoi, sale di attesa...).

 

Per il blocco e lo sblocco è necessario il PIN relativo alla linea, che viene assegnato automaticamente dalla centrale e deve essere richiesto a questo ufficio, inviando una mail a centralino@unisi.it.

 

Una volta in possesso del PIN relativo alla linea, per il blocco della stessa è sufficente digitare sulla tastiera:

 

*73*[PIN]#

 

per lo sblocco di una linea già bloccata:

 

#73*[PIN]#

 

si può anche agire con uno sblocco TEMPORANEO relativo alla sola chiamata con il codice:

 

*72*[PIN]# (attesa tono) [numero di telefono]

 

Attenzione: il blocco è riferito alla linea e non all'apparecchio. Sostituire l'apparecchio ad una linea telefonica bloccata non avrà effetto sulla possibilità di effettuare chiamate.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2019-03-11 14:00


Abilitazione chiamate

Questa FAQ è in revisione e non può essere visualizzata.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-05-19 12:25


Casella vocale

*** ATTENZIONE ***

IL SERVIZIO DI CASELLA VOCALE SUL VECCHIO SISTEMA TELEFONICO NON E' PIU' DISPONIBILE, SOSTITUITO DAL SERVIZIO OFFERTO SU RETE VOIP 

 

E' possibile attivare una casella vocale ("Voicemail Box") per il proprio numero interno, per la registrazione di brevi messaggi vocali.

Per riascoltare i messaggi registrati bisogna comporre il numero interno 2001 e seguire le istruzioni. In particolare viene richiesto l'interno della casella vocale (es. 2169) e il PIN  (o password) impostato dall'utente.

 

Nota bene: Il PIN (o password) di default è "0000" (quattro zeri): è cura dell'utente modificare il PIN con un proprio codice segreto personale.

 

La presenza di nuovi messaggi in segreteria viene notificata da brevi squilli sul telefono o, per gli apparecchi digitali, dal corrispondente led rosso lampeggiante.

 

ATTENZIONE: Ogni casella vocale può contenere al massimo 15 minuti di registrazione complessivi pertanto è cura dell'utilizzatore verificare e cancellare eventuali messaggi registrati.

 

Nel caso la casella vocale sia piena, il sistema risponde con "Il numero selezionato non può essere raggiunto": in tal caso si consiglia di accedere al sistema VoiceBox (interno 2001) e cancellare i messaggi non necessari.

 

E' possibile attivare il servizio DND (Do-Not-Disturb), dirottando tutte le chiamate in ingresso direttamente sulla casella vocale, componendo il codice *21*2001#.

Per disattivare il DND comporre il codice #21#.

 

NOTA: Nel caso il telefono continui a segnalare la presenza di messaggi anche dopo la loro cancellazione, provare a digitare il codice '#91#' da tastiera. 

 

Per richiedere l'attivazione, o la disattivazione, del servizio è sufficente inviare una mail a centralino@unisi.it specificando il numero telefonico di interno.

 

ATTENZIONE: di default non c'è alcun messaggio di benvenuto nella segreteria telefonica. E' cura dell'utente impostare un messaggio di benvenuto per la segreteria, seguendo le istruzioni vocali del sistema.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2016-11-09 10:28


Come rispondo al telefono del collega ?

Il centralino permette di rispondere, dal proprio telefono, alle chiamate dirette ai colleghi semplicemente digitando, sulla tastiera, il numero dell'interno che sta squillando seguito da '8'. Ad esempio, nel caso squilli l'interno 2000 si può rispondere digitando, sulla tastiera del proprio telefono, il numero 20008.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2012-04-19 09:35


Trasferimento di chiamata

Procedura valida solamente per i telefoni analogici


Per trasferire una chiamata in ingresso è necessario premere il tasto "R" seguito dall'interno a cui effettuare il trasferimento.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2012-04-23 13:07


Deviazione temporanea su linea esterna

E' possibile, dietro richiesta scritta e motivata, inserire la deviazione temporanea anche su numerazioni esterne. Questa funzionalità, chiamata "external follow me", non è abilitata di default. 

 

Per attivare la deviazione esterna comporre, da tastiera del telefono, il codice:

 

*22#0[numero esterno]#

 

per disattivare il trasferimento:

 

#22#

 

La richiesta del servizio deve essere inviata dal direttore del dipartimento o dal titolare dei fondi via e-mail a centralino@unisi.it oppure via fax al numero (0577.23)2383.

Si sottolinea che il traffico generato dalle chiamate deviate verso numero esterno sarà fatturato all'amministrazione ed addebitato al relativo centro di costo.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2016-12-20 12:15


Telefonia di Ateneo » Telefonia Fissa » Linee e Interni

Richiesta nuova linea telefonica

Per "nuova linea telefonica" si intende l'attivazione di una presa telefonica rispondente ad un certo numero telefonico interno, raggiungibile anche dall'esterno.

L'eventuale necessità di apparecchi telefonici deve essere esplicitamente indicata.

Come da atto di indirizzo dell'Ateneo, le richieste di nuove linee telefoniche interne possono essere fatte da: 

  • Chiamate interne ("citofono"):
    • Dipendente
  • Chiamate esterne e cellulari
    • Capo ufficio
    • Direttore del Dipartimento
  • Chiamate internazionali
    • Direttore generale/Amm.vo
    • Direttore del Dipartimento

inviando una mail a centralino@unisi.it. Nella richiesta dovrà essere indicato:

  • Locazione dell'Ufficio dove dovrà essere attivato l'interno
  • Eventuale presenza, nell'ufficio, di prese telefoniche attive da riutilizzare
  • Persona di riferimento a cui chiedere eventuali informazioni, se necessario
  • Nome e Cognome della persona a cui viene assegnato il numero
  • Eventuale numero interno già in uso/assegnato alla persona

 

Sarebbe gradito specificare se vi sono già prese telefoniche e se sono attive o meno (collegando un telefono, se attiva si dovrebbe sentire il classico tono "tu tu" e, componendo il 5000, una voce automatica detterà il numero di telefonico afferente): questo ci permetterà di velocizzare le operazioni di attivazione.

Nel caso non vi fossero sufficenti prese telefoniche attive, sarà necessario l'intervento di una ditta specializzata (con le dovute autorizzazioni ministeriali) che provvederà al cablaggio della presa e relativo filo: in questo caso le tempistiche sono di circa 15-20gg.

Linee telefoniche esterne (indipendenti dalla rete telefonica di Ateneo) devono essere espressamente giustificate da esigenze di servizio di carattere eccezionale.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2014-03-11 13:25


Disattivazione interni

Per richiedere la disattivazione di uno o più interni è sufficente inviare comunicazione scritta, autorizzata dal direttore di dipartimento o responsabile, via mail all'indirizzo centralino@unisi.it specificando i numeri da disattivare e gli eventuali assegnatari, per consentire un corretto aggiornamento della rubrica di Ateneo.

Gli apparecchi telefonici non più utilizzati dovranno essere spediti, via posta interna, a:

 

C.a. Michele Pinassi

Servizio Reti, Sistemi, Sicurezza Informatica

Via S. Bandini 25

Siena

 


Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2012-03-26 12:19


Contributo semestrale per gli interni

Il Consiglio di Amministrazione dell'Università di Siena ha stabilito che i dipartimenti sono tenuti a versare, semestralmente, un contributo per ogni interno assegnato al dipartimento stesso.

Il contributo semestrale, addebitato a cadenza bimestrale, dal 2017 ammonta a € 6 per ogni linea/account voip attivo.

Ogni dei mesi Gennaio, Marzo, Maggio, Luglio, Settembre, Novembre vengono addebitati 2 di contributo per ogni linea attiva afferente al dipartimento (abilitata o meno alle chiamate esterne), più le spese relative al traffico telefonico.

I dipartimenti sono tenuti a informare via e-mail a centralino@unisi.it (sincerandosi di ricevere la notifica di avvenuta ricezione) le richieste di disattivazione delle linee entro e non oltre il mese precedente al bimestre (vedi sopra), per evitare di vedersi addebitate le spese per il bimestre successivo.

NOTA BENE: Nel tabulato allegato al cedolino semestrale ("Addebito spese telefoniche") sono indicate solamente le linee che hanno generato traffico telefonico. Pertanto se nel cedolino risultano meno interni rispetto al numero indicato nel riepilogo, probabilmente è perché non è stato generato alcun traffico telefonico dagli interni mancanti.

Per qualsiasi chiarimento l'ufficio è a Vostra disposizione.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-03-30 14:12


Rubrica di Ateneo

Per segnalare errori, omissioni o altro relativamente alla Rubrica di Ateneo è sufficiente inviare una mail a:

 

rubrica@unisi.it

 

Grazie per la collaborazione !

 

 

 

 

 

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2012-11-23 10:08


Cessazione linee fisse

In alcune strutture sussistono ancora linee telefoniche fisse "indipendenti", ovvero non collegate al Sistema telefonico di Ateneo.

Qualora vi fosse la necessità di provvedere alla cessazione delle stesse è necessario inviare richiesta scritta e firmata dal direttore di dipartimento o responsabile via mail all'indirizzo centralino@unisi.itspecificando i numeri da disattivare comprensivi di prefisso.


Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2014-02-06 12:14


Spostamento interno telefonico

COSA SI INTENDE

Per "spostamento di un interno telefonico" si intende il cambio di numero telefonico attestato su una o più prese. 

Su ogni presa fisica, infatti, può essere attestato (attraverso la programmazione della centrale telefonica) un solo numero di telefono interno: una operazione di spostamento richiede così che dalla presa di destinazione, con numero X, venga attivata una nuova presa con attestato tale numero, disattivando contemporaneamente la presa originaria (o sostituendoci, a sua volta, un numero di telefono).

 

COME RICHIEDERE LO SPOSTAMENTO

Per procedere allo spostamento di un interno telefonico da una presa (o telefono) ad un'altra (sia che si parli di stanze adiacenti o vicine che di edifici distanti ma sempre entro la rete telefonica di Ateneo) è necessario inviare una mail a centralino@unisi.it indicando:

  • il numero di interno interessato allo spostamento;
  • eventuale presenza, nella stanza di destinazione, di una presa telefonica ATTIVA sulla quale spostare il numero (Conoscere il numero di telefono di una presa/interno), segnalandone ovviamente il numero, OPPURE, nel caso non vi siano prese disponibili o fossero disattivate, indicare il numero di stanza o altri riferimenti (piano, corridoio...) per identificare il locale interessato;
  • un referente da contattare per indentificare la posizione delle prese in caso di necessità;

 

TEMPISTICHE DI INTERVENTO

  • nel caso si tratti di sostituire numeri interni tra prese attive: 2h dalla presa in carico del ticket
  • nel caso l'intervento comporti l'installazione di nuove prese o l'attivazione di prese non attive: 10-15 gg dalla presa in carico del ticket, secondo la disponibilità della ditta incaricata

Le tempistiche sono ovviamente un riferimento di massima e possono variare secondo le specifiche caratteristiche dell'intervento stesso.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2014-03-11 13:14


Come faccio a conoscere il mio numero di telefono interno ?

Da qualsiasi apparecchio fisso interno all'Ateneo è possibile conoscerne il relativo numero telefonico chiamando il numero '5000' e poi digitare, in post-selezione, il pulsante '2' e poi '1': una voce automatica detterà le cifre del numero telefonico attestato su quella linea.

 

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2016-04-22 11:05


Numeri brevi

Il sistema telefonico dell'Università di Siena permette di impostare speciali numeri a 3 cifre, chiamati "numeri brevi", alias di numeri più lunghi o di cui non si vuole dare pubblicità.

Ad esempio, per contattare una certa persona al cellulare di servizio, invece di fornire all'utenza il numero completo può richiedere la creazione di un numero breve (es. 834) che, se digitato da un telefono interno, mette in comunicazione il chiamante con la persona desiderata.

I numeri brevi sono facilmente riconoscibili: sono a 3 cifre (non 4) e sono accessibili esclusivamente dalle utenze telefoniche interne all'Ateneo.

NUMERO


ASSEGNATARIO
810 Michele Pinassi
811 Umberto Ciocca
812 Filippeschi Marcello
813 Massimiliano Pagni
814 Andrea Bruttini
815 Alessio Montagnani
816 Nicola Governi
817 Gianluca Monaldi
818 Gabriele Pasqui
819 Alessandro Mariotti
820 Luigi Cappelletti
821 Alido Cherubini
822 Riccardo Chiantini
823 Francesco Butini
825 Luca Anichini
826 Barbara Graziosi
827 Sergio Ramaldi
837 Micheli Gianfranco
866 Tommaso Montagna

 

ATTENZIONE: A decorrere da giovedì 8 febbraio 2017, i numeri brevi dell'Ateneo di Siena hanno numerazione 8xx.

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-03-07 12:36


Microsoft Campus Agreement

Microsoft Campus Agreement

L’Università degli Studi di Siena ha sottoscritto con Microsoft Italia S.r.l. un accordo denominato Microsoft Campus Agreement che permette l’utilizzo, su tutti i Personal Computer di proprietà dell’Ateneo, di alcuni prodotti software Microsoft. L’Amministrazione Centrale opererà, per ogni anno di operatività del contratto, un recupero dai fondi di ogni singola struttura di euro 40,51 + IVA per ogni unità di personale docente e non docente FTE (Full Time Equivalent) ad essa afferente. A tal fine verrà comunicato quanto prima ai responsabili delle singole strutture l’elenco delle unità di personale FTE ed il relativo importo del recupero.

Prodotti previsti dal contratto Campus Agreement

I prodotti previsti dall’accordo sono:

1. Office Professional per Windows composto da: Word, Excel, Outlook, PowerPoint, Access, Publisher, InfoPath;

 I prodotti possono essere utilizzati come dotazione software dei computer di nuova o precedente acquisizione e quindi non è più necessario acquistare licenze del prodotto Microsoft Office Professional perché si è già in possesso della licenza di utilizzo.

2. Aggiornamento dei Personal Computer dotati di precedenti versioni del sistema operativo MS Windows ad altre versioni del sistema operativo Microsoft;

Per beneficiare dell’Aggiornamento del Sistema Operativo, si chiarisce che:

* Il Personal Computer deve essere dotato della licenza completa di una versione precedente del Sistema Operativo Windows (p.e. PC con S.O. Windows 95/Windows 98/Windows ME/Windows 2000 Professional/Win XP/Windows Vista/ da aggiornare a Windows 7 Professional);

* Un P.C. deve pertanto essere sempre acquistato con una licenza completa del sistema operativo Windows, che sarà normalmente la versione OEM (Original Equipment Manufacturer) fornita dal produttore contestualmente al PC; oppure la versione Retail (normalmente venduto come prodotto a se stante) con cui dotare il PC del sistema operativo Windows successivamente all’acquisto. Successivamente tale sistema operativo può essere aggiornato tramite la licenza Campus.

Per tutti i prodotti l’Università ha diritto alle ultime versioni del software e a qualsiasi versione precedente.

Per i problemi di applicazione del contratto rivolgersi all’indirizzo licenze.microsoft@unisi.it.

Installazione dei prodotti

I prodotti potranno essere installati su tutti i Personal Computer di proprietà dell’Ateneo e quindi:

* sui PC delle postazioni fisse installati presso le strutture universitarie;

* sui PC delle Aule Didattiche Informatizzate e dei Laboratori;

* sui PC – di qualunque tipo, portatili e non - utilizzati dal personale dell’Ateneo anche all’esterno delle strutture universitarie.

Il personale dell’Ateneo può installare sui PC di casa i prodotti previsti dal contratto per scopi legati all’attività lavorativa (clausola Work at Home). L’installazione avviene utilizzando un unico codice per tipologia di prodotto e, una volta avvenuta, non si deve accedere alla procedura di attivazione del prodotto.

Autore: : Amministratore FAQ Ateneo
Ultimo aggiornamento: 2013-05-22 15:25


Telefonia di Ateneo » Portale VoIP @ Unisi.it

Cos'è il portale "VoIP @ Unisi.it" ?

Per cercare di armonizzare l'introduzione della tecnologia VoIP all'interno della struttura dell'Ateneo e per automatizzare tutta una serie di processi, tra cui:

 

  1. Panoramica delle linee assegnate alle strutture o ai singoli uffici
  2. Rendiconto in tempo reale delle spese telefoniche
  3. Controllo delle assegnazioni per le linee telefoniche

 

abbiamo deciso di implementare un sistema informatico, di semplice utilizzo, per permettere direttamente ai responsabili delle strutture di poter monitorizzare la situazione all'interno dei loro uffici ed a tutti i colleghi di poter utilizzare uno strumento più moderno rispetto all'attuale Rubrica di Ateneo.

 

I segretari di dipartimento ed i responsabili delle altre strutture sono stati autorizzati a poter richiedere modifiche sulle linee assegnate, che saranno comunque sottoposte ad un controllo da parte del Responsabile della Telefonia prima dell'approvazione.

 

In un prossimo futuro, grazie alla tecnologia VoIP, saranno disponibili in questo portale altri numerosi servizi evoluti, tra cui conferenze, click 2 call, instant messaging, presence etc. etc.

 

L'accesso al portale (http://voip.unisi.it) è permesso a tutti i dipendenti dell'Ateneo in possesso di unisiPass (password unica).

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2013-09-10 12:51


Quali servizi sono disponibili ?

Attualmente è disponibile la Rubrica di Ateneo, che permette anche la ricerca per numero telefonico. Inoltre è possibile inserire alcuni nominativi in una rubrica personale ("Preferiti").

 

Il personale abilitato può richiedere l'assegnazione, cessazione, modifica relativa alle linee telefoniche dei rispettivi uffici/strutture.

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2013-09-10 13:03


Telefonia di Ateneo » Telefonia Fissa » Apparecchi telefonici

Cosa fare se il telefono non funziona

Se l'apparecchio telefonico non funziona è opportuno effettuare alcune semplici prove per diagnosticare se il problema dipende dalla LINEA o dall'APPARECCHIO TELEFONICO.

1) Ci sono problemi sulla Rete o sui sistemi?

Può capitare che vi siano problemi sulla Rete o sui server che erogano il servizio. In questi casi potete verificarlo andando sul sito web voip.unisi.it e verificare la presenza di eventuali avvisi di guasto: in questo caso, si consiglia di attendere la risoluzione del problema evitando di intasare inutilmente i canali di assistenza.

Per rimanere sempre aggiornati su guasti o disservizi, potete abbonarvi al nostro UnisiBOT su Telegram.

2) L'apparecchio è acceso e collegato correttamente alla Rete?

Può sembrare banale ma, se il terminale è spento o scollegato, non potrà funzionare. È importante quindi verificare che tutti i collegamenti siano corretti e che il terminale sia collegato all'alimentazione. Eventualmente è possibile provare a spegnerlo e riaccenderlo.

Altre verifiche da effettuare sono:

  • Alzando la cornetta, si sente il classico tono telefonico ("tuu tuu") ? 
  • L'apparecchio permette di comporre un numero ?
  • Durante la conversazione si sente la voce dell'interlocutore e/o l'interlocutore riceve la nostra voce ?
  • Ricevendo una telefonata, l'apparecchio squilla ?
  • se il terminale ha un display (es. i terminali VoIP), cosa c'è scritto ?

3) Contattare i tecnici del Presidio di riferimento

Tutti i tecnici dei vari Presidi hanno ricevuto adeguata formazione per risolvere velocemente i problemi più comuni e frequenti. Inoltre conoscono le procedure e le modalità per la risoluzione dei guasti più importanti e sono aggiornati nel caso vi siano interruzioni del servizio o altri problemi sulla Rete o agli apparati. Contattare SEMPRE i tecnici del presidio prima di effettuare qualsiasi operazione.

4) Se il problema non si risolve, aprire un ticket all'Helpdesk

Per velocizzare le pratiche di assistenza e dare un servizio migliore, nella mail è sempre necessario indicare:

  • il numero di telefono dell'apparecchio difettoso;
  • dove si trova l'apparecchio ("indirizzo"), così da conoscere il recapito dove eventualmente inviare il nuovo terminale;
  • eventuali messaggi indicati sul display o sintomi del malfunzionamento (es. "tutte le luci rimangono accese" oppure "è tutto spento, compreso il display");

La mail deve essere inviata all'indirizzo helpdesk@unisi.it

Seguire le procedure di assistenza previste ci permetterà di darvi un servizio efficiente nel più breve tempo possibile.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2019-12-06 09:57


Il filo della cornetta è difettoso

Il filo della cornetta tende, con il tempo, a deteriorarsi. Questo provoca problemi di contatto, facilmente diagnosticabili dallo "sfigolio" in cornetta quando si tocca il filo.

 

Per ovviare all'inconveniente è necessario sostituire il cavetto: inviate una mail di richiesta a centralino@unisi.it specificando l'indirizzo del vostro ufficio. Il cavo verrà inviato via posta interna nel più breve tempo possibile.

 

L'operazione si sostituzione consiste nello sganciare le clip dalla cornetta al telefono, liberando il vecchio cavo, ed agganciare il nuovo:

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2012-03-16 12:46


Apparecchi inutilizzati

Gli apparecchi telefonici inutilizzati dovranno essere inviati, via posta interna, a questo ufficio:

 

C.a. Michele Pinassi

Servizio Reti, Sistemi, Sicurezza Informatica

Via S. Bandini 25

Siena

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2012-03-26 12:21


Posso acquistare un cordless/telefono personale ?

Come da Atto di Indirizzo approvato dal CdA il 26/10/2012, non è consentito (previa esplicita autorizzazione) l'uso di apparecchi telefonici privati o acquistati in proprio sulla rete telefonica di Ateneo, onde evitare danni alla stessa.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2012-11-09 11:05


Quali apparecchi telefonici si possono utilizzare ?

Ricordando che sulla rete Telefonica di Ateneo non possono essere installati apparecchi diversi da quelli forniti dall'amministrazione centrale, per motivi legati all'affidabilità e sicurezza dell'impianto (terminali non omologati potrebbero causare danni alla centrale o all'impianto stesso), gli apparecchi telefonici autorizzati sono:

  • Sirio
  • Sirio 2000
  • Terminali "digitali" Ericcson
  • Siemens mod. Euroset
  • ...eventuali altri modelli forniti dall'Amministrazione (Divisione Economato)

Si ricorda inoltre che la gestione e manutenzione di eventuali apparecchiature FAX non è di competenza di questo ufficio. 

L'acquisto di eventuali nuovi apparecchi telefonici, compresi "cordless", è competenza della Divisione Economato: http://www.unisi.it/area-logistica/divisione-economato


Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2013-09-16 15:10


Non funziona il trasferimento di chiamata (o altri servizi)

Nella maggioranza dei casi il problema è dovuto alla configurazione dell'apparecchio. E' importante, per poter usufruire dei servizi quali trasferimento di chiamata o risposta al telefono del collega, che il telefono sia impostato in modalità TONI e non impulsi. 
Si può verificare molto facilmente: alzando la cornetta e premendo i tasti della pulsantiera, si devono sentire toni diversi a seconda del numero premuto. Se, invece, si sentono gli impulsi (come una volta nelle vecchie cabine telefoniche o nei telefoni a rotazione)  è necessario spostare lo switch che si trova nel retro del telefono su 'MF' e non su 'DC'.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2013-09-10 09:16


A chi richiedere un nuovo apparecchio telefonico ?

L'acquisto degli apparecchi telefonici è di competenza dell'Ufficio Servizio Reti, Sistemi, Sicurezza Informatica. La richiesta può essere fatta via e-mail a centralino@unisi.it.

 

Attualmente possiamo fornire esclusivamente apparecchi telefonici fissiSi ricorda inoltre che questo ufficio NON FORNISCE APPARECCHI FAX.

 

I vecchi apparecchi telefonici non funzionanti possono essere spediti via posta interna a:

 

C.a. Michele Pinassi

Servizio Reti, Sistemi, Sicurezza Informatica

Via S. Bandini 25

Siena

 

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2013-09-30 13:11


Terminali VoIP

I nuovi terminali VoIP, installati a seguito di migrazione della linea da tradizionale a VoIP, sono assegnati direttamente al personale (e non più all'ufficio), che ne ha la responsabilità in merito all'utilizzo ed al buon mantenimento dello stesso.

In caso di trasferimento, l'assegnatario deve trasferire il terminale nella nuova postazione, eventualmente avvalendosi del supporto tecnico del personale del Presidio.

In caso di pensionamento o trasferimento presso altra PA, l'assegnatario deve prontamente comunicare a questo ufficio (via e-mail a centralino@unisi.it) la richiesta di disattivazione dell'utenza e relativo terminale.

Il personale può verificare in qualsiasi momento, attraverso il portale voip.unisi.it, i terminali e le utenze assegnati.

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2016-05-13 10:12


Telefonia di Ateneo » Telefonia Mobile » Convenzione CONSIP 6

CONSIP Telefonia Mobile 6

A partire dalla data del 2 Aprile 2015 è stata attivata la Convenzione CONSIP Telefonia Mobile 6, assegnata a Telecom Italia Mobile.

Maggiori dettagli sull'iniziativa sono disponibili a questa pagina web: Telefonia Mobile 6

Questo ufficio è attualmente al lavoro per predisporre la migrazione e la documentazione per l'utenza.

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2015-04-07 09:44


Terminali di telefonia mobile

Categoria TOP

Categoria Intermedia

Categoria Base

Tipologia Tablet 

Tipologia Tablet - Categoria 10 pollici

Modem per computer portatili

Modem non LTE: HUAWEI Router E5251 42.2 M

Modem LTE: ZTE Router MF90

 

L'elenco dei terminali disponibili varia a seconda delle disponibilità del fornitore.  

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-01-16 11:36


Tariffe servizi e noleggio terminali

Tariffe chiamate e servizi 

Descrizione Prezzo in Euro
Chiamate di RPA (prezzo al minuto) 0,001
Chiamate Off-Net verso rete mobile nazionale (prezzo al minuto) 0,017
Chiamate verso rete fissa nazionale (prezzo al minuto) 0,01
Chiamate verso internazionale Area 1 (prezzo al minuto) 0,12
Chiamate verso internazionale Area 2 (prezzo al minuto) 0,12
Chiamate originate in Area 1 (prezzo al minuto) 0,0655
Altre chiamate originate in roaming internazionale (prezzo al minuto) 0,4
Chiamate ricevute in Area 1 (prezzo al minuto) 0,0312
Altre chiamate ricevute in roaming internazionale (prezzo al minuto) 0,1
Chiamate verso utenze satellitari (prezzo al minuto) 3
Chiamate effettuate in roaming satellitare (prezzo al minuto) 4,75
Chiamate ricevute in roaming satellitare (prezzo al minuto) 2,8
Chiamate verso segreteria telefonica (prezzo al minuto) 0,01
Videochiamate (prezzo al minuto) 0,5
Videochiamate verso internazionale Area 1 (prezzo al minuto) 1
Videochiamate verso internazionale Area 2 (prezzo al minuto) 4,5
Videochiamate originate in Area 1 (prezzo al minuto) 1,2
Altre videochiamate originate in roaming internazionale (prezzo al minuto) 2
Videochiamate ricevute in Area 1 (prezzo al minuto) 0,45
Altre videochiamate ricevute in roaming internazionale (prezzo al minuto) 1,9
SMS RPA (prezzo del singolo SMS) 0,001
SMS non RPA (prezzo del singolo SMS) 0,02
MMS (prezzo del singolo MMS) 0,05
Invio di un SMS dall’Area 1 (prezzo del singolo SMS) 0,0233
Invio di un SMS dall’Area 2 (prezzo del singolo SMS) 0,08
Invio di un MMS dall’ Area 1 (prezzo del singolo MMS) 0,2
Invio di un MMS dall’ Area 2 (prezzo del singolo MMS) 2,5
Invio di un SMS in roaming satellitare (prezzo del singolo SMS) 0,75
Nazionale - Mbyte a consumo (prezzo per Mbyte) 0,002
Roaming - Mbyte a consumo in Area 1 (prezzo per Mbyte) 0,1142
Roaming - Mbyte a consumo in Area 2 (prezzo per Mbyte) 0,8

 

• Area 1: Stati membri della Comunità europea, più Norvegia, Svizzera, Islanda, Liechtenstein;

• Area 2: resto del mondo;

Canone mensile servizio DATI

Descrizione Canone mensile in Euro
Nazionale - Plafond da 500 Mbyte/mese/utenza 1,8
Nazionale - Plafond da 4 Gbyte/mese/utenza 3
Nazionale - Plafond da 20 Gbyte/mese/utenza 6
Roaming - Plafond da 500 Mbyte/mese/utenza 15
Connessione diretta a 2 Mbit/s 1100
Noleggio del CPE 55

 

Canon mensile noleggio ed assistenza Terminali

Descrizione Canone mensile in Euro
Tipologia telefoni categoria top 4,4
Tipologia telefoni categoria intermedia 2,2
Tipologia telefoni categoria base 1
Tipologia tablet categoria 7" 7
Tipologia tablet categoria 10" 10
Tipologia modem per computer portatili non LTE 0,5
Tipologia modem per computer portatili LTE 0,75

 

La documentazione completa in allegato

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2015-06-19 11:43


Tim TUO - Chiamate personali dal cellulare di servizio

Attraverso il servizio “Dual Billing – TIM TUO”, l’Amministrazione può abilitare la fatturazione separata del traffico generato ad uso personale dai singoli dipendenti per i seguenti servizi offerti in Convenzione: chiamate voce e video, messaggi SMS/MMS, traffico dati e traffico originato e ricevuto in roaming internazionale, come descritto nel seguito.

Per le utenze in prepagato, il servizio TIM TUO funziona esattamente come una qualsiasi ricaricabile: l'utente assegnatario dovrà provvedere in autonomia alle ricariche del credito per le chiamate personali attraverso le consuete forme (tabacchi, cassa supermarket, via web...) usando il numero di telefono dell'utenza stessa.

Il servizio “TIM TUO” permette:

1. Distinzione delle chiamate voce e delle video-chiamate personali, con relativa fatturazione separata, mediante anteposizione del codice 4146 al numero chiamato;

2. Distinzione degli SMS e degli MMS inviati dai dipendenti a titolo personale, con relativa fatturazione separata.

- Con anteposizione del codice “4146” al numero cui si invia l’SMS;

Il dipendente dell’Amministrazione, in possesso di un’utenza aziendale con attiva l’opzione dual billing, potrà accedere alla fattura ed al dettaglio del traffico relativo ai consumi generati per uso personale attraverso il Portale del fornitore per la convenzione, utilizzando le credenziali a lui assegnate. Tale funzionalità consentirà al dipendente di visualizzare ed esportare nel formato pdf le fatture relative al traffico personale (fonia e dati) degli ultimi 3 bimestri effettuato dalla sua utenza.

Una volta selezionata la fattura di interesse sarà possibile effettuarne il download completo in pdf oppure visualizzarne il contenuto a video in modalità HTML. Inoltre il dipendente dell’Amministrazione, accedendo ad una specifica sezione del Portale, ha la possibilità di visualizzare il traffico personale e i relativi costi “on line”, sia a livello sintetico, sia a livello di analitico. Tali informazioni potranno essere anche stampate e scaricate.

Questa funzionalità, pertanto, consente al dipendente la visualizzazione dei dati del traffico personale non ancora fatturato con un ritardo massimo di 5 giorni. 

I dati visualizzabili, per ciascun contratto/utenza sono:

- Data e ora di inizio di ogni conversazione o sessione dati;

- Numero telefonico chiamato, con le ultime cifre oscurate a tutela della privacy personale;

- Tipologia della chiamata, secondo le direttrici del piano telefonico e/o servizio;

- Tariffazione applicata (al secondo, al KByte/MByte o flat);

- Costo complessivo indicativo della chiamata o sessione;

- Dettaglio degli addebiti in caso di emissione/ricezione di chiamate o sessioni dati in roaming all’estero.

Per richiedere l'attivazione del servizio TIM TUO è necessario inviare richiesta, insieme ad un documento di identità valido, via e-mail a helpdesk@unisi.it

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2019-07-23 09:49


Servizi on-line » News

Errore SSL su Mozilla Firefox - Unisi 2.0

Con la versione 39 del software Mozilla Firefox sono state introdotte alcune modifiche nella sicurezza del browser rimuovendo definitivamente il supporto ad SSLv3 per le comunicazioni di rete.

Tutto ciò si traduce nell’impossibilità di accedere ad alcuni siti web, ottenendo un errore il cui messaggio è il seguente:

“Si è verificato un errore durante la connessione a idp.unica.it. SSL ha ricevuto una chiave Diffie-Hellman temporanea (ephemeral) debole in un messaggio di tipo Server-Key-Exchange handshake. (Codice di errore: ssl_error_weak_server_ephemeral_dh_key)”.

Il blocco si verifica con Firefox versione 39 (e successive, quando usciranno) e con le ultime versioni dei browser più diffusi: Internet Explorer, Chrome, etc.

E' possibile by-passare il problema accedendo direttamente dall'interfaccia di login di Gmail. Di seguito vengono descrtitti i passi da effettuare:

  1. Accedere al link https://mail.google.com/a/unisi.it
  2. Inserire il proprio indirizzo di posta elettronica formato da username@unisi.it e cliccare su "Avanti" (vedi figura).
  3. Inserire la propria password unica.

 Accesso a Unisi2.0

 

Autore: : Marco Chesi
Ultimo aggiornamento: 2016-02-29 11:27


Posta elettronica » Antispam

Cos'è il servizio Antispam

SI tratta di un sistema di filtraggio della posta in arrivo sui server di Ateneo. Il sistema esamina i messaggi e, in base a una serie di parametri di varia natura, li classifica come Clean - e in tal caso li recapita - oppure come Spam -e in tal caso li mette in Quarantena.

Gli utenti riceveranno quotidianamente un promemoria dei messaggi archiviati in quarantena, con la possibilità di liberare eventuali "falsi positivi", cioè messaggi contrassegnati come Spam ma che l'utente vuole comunque ricevere.

Autore: : Amministratore FAQ Ateneo
Ultimo aggiornamento: 2015-11-19 09:01


Come posso rilasciare un messaggio in quarantena

Il metodo consigliato per rilasciare dei messaggi messi in quarantena è tramite il report giornaliero di notifica, inviato a ogni utente per posta elettronica con oggetto "Message quarantine report".

Nel corpo del messaggio vengono elencati i messaggi messi in quarantena. Per rilasciarli è sufficiente cliccare sul link Release posto alla destra del messaggio.

Se si vuole evitare che in futuro altri messaggi inviati dal mittente in questione vengano filtrati di deve aggiungerlo alla propria whitelist cliccando su Rel & whitelist.

Autore: : BARTALI ROBERTO
Ultimo aggiornamento: 2015-11-19 09:14


Posso controllare se un messaggio è in quarantena senza aspettare il report di notifica?

Si, tramite l'accesso Web dell'antispam, disponibile all'indirizzo https://antispam.unisi.it.

Per accedere, utilizzare il proprio indirizzo di posta completo (nel formato nome.cognome@unisi.it) e la propria password unica.

L'interfaccia Web

Tramite questa interfaccia è possibile:

  • Cercare un messaggio (per mittente, destinatario, data, oggetto)
  • Visuliazzare e rilasciare un messaggio utilizzando le icone sulla sinistra
  • Esportare una lista di messaggi basata su un filtro (ad esempio tutti quelli inviati da uno specifico mittente)
  • Aggiungere un mittente alle liste di filtraggio: la black list mette in quarantena tutti i messaggi inviati da quell'indirizzo mentre la white list li lascia passare senza controllarli

Autore: : BARTALI ROBERTO
Ultimo aggiornamento: 2015-11-19 09:50


Posta elettronica » Migrazione al nuovo sistema

Ho eseguito la procedura di importazione ma ancora non riesco a vedere i vecchi messaggi nella nuova casella di posta.

Il processo di importazione viene messo in una coda di esecuzione e partirà non appena saranno completati quelli che lo precedono. La durata del processo dipende sia dalla quantità di processi in coda in quel momento, sia dal numero di messaggi da importare, in alcuni casi quindi può durare anche alcune ore. Se il tempo di attesa si protrae per oltre 24 ore contattare il Servizio Helpdesk di Ateneo.

Autore: : Amministratore FAQ Ateneo
Ultimo aggiornamento: 2015-11-19 09:25


Posso importare la rubrica che avevo nella vecchia Webmail?

Si, basta eseguire la seguente procedura:

1) Dalla rubrica nella vecchia Webmail, raggiungibile all'indirizzo http://oldwebmail.unisi.it, cliccare sul pulsante  Esporta Rubrica(Esporta i contatti in formato vCard) 
2) Salvare il file nel proprio PC
3) Andare nella Rubrica della nuova Webmail
4) Cliccare su "Importa"
5) Cliccare su "Sfoglia" e selezionare il file salvato sul Proprio PC
6) Nel campo sottostante selezionare la Rubrica di destinazione
7) Cliccare su "Importa"
I contatti verranno aggiunti alla rubrica prescelta.

Autore: : Amministratore FAQ Ateneo
Ultimo aggiornamento: 2015-11-19 09:26


Devo modificare le impostazioni del mio programma di posta elettronica (Mozilla Thunderbird, Microsoft Outlook etc.)?

Si, i parametri per la configurazione sono disponibili a questo indirizzo.

Se si incontrano delle difficoltà nella configurazione consigliamo di farsi supportare dal referente informatico del presidio oppure di contattare il Servizio Helpdesk.

Autore: : Amministratore FAQ Ateneo
Ultimo aggiornamento: 2015-11-19 09:25


Telefonia di Ateneo » Telefonia Fissa » Servizi VoIP

Do-Not-Disturb

In casi particolari o qualora lo si desiderasse, è possibile attivare la funzionalità DND (Do-Not-Disturb) che impedisce al terminale di squillare in caso di chiamata in arrivo.

Quando questa modalità è attiva, premendo il relativo tasto funzione, le chiamate in ingresso possono:

  • essere dirottate verso un altro numero indicato nella configurazione

  • essere dirottate verso la casella vocale (se attiva)

  • essere risposte dalla voce “L'utente chiamato non è al momento disponibile” o simile

Quando la funzione DND è attiva, sul display del telefono, a sinistra del nome, compare un segno di divieto (consultare il manuale per una rappresentazione grafica). 

Per disattivare il DND è necessario premere nuovamente il pulsante funzione indicante "DND", sovente il più a destra dei 4 sotto il display.

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-07-28 10:27


Chiamate anonime

E' stato impostato su tutti gli interni VoIP della rete telefonica di Ateneo la possibilità di bloccare le chiamate provenienti da numeri anonimi.

Chi desidera impostare o revocare il blocco delle chiamate anonime, può farlo dal portale voip.unisi.it seguendo questa procedura:

1) Autenticarsi sul portale voip.unisi.it con la propria password unica di Ateneo

2) dal pannello 'Profilo' selezionare 'Numerazioni VoIP assegnate'

3) scegliere la numerazione da modificare e premere il relativo pulsante a forma di chiave inglese sulla destra;

4) dalla finestra di impostazioni, scorrere fino alla voce "Blocco chiamate anonime" e scegliere il comportamento desiderato (Abilitato o disabilitato);

5) Premere 'OK' per salvare le impostazioni

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-07-28 10:28


FAX virtuale

In ottemperanza alle normative sulle “Misure per favorire la diffusione del domicilio digitale”, del c.d. Decreto del Fare che, in seguito alle modificazioni apportate dalla legge di conversione n. 98 del 9 agosto 2013, l'art. 14 ha stabilito che ai fini della verifica della provenienza delle comunicazioni è in ogni caso esclusa la trasmissione di documenti a mezzo fax, comprendendo che il FAX può ancora eccezionalmente essere utilizzato per le comunicazioni dei cittadini con gli uffici dell'Ateneo, è stato predisposto un servizio di FAX virtuale.

Si sottolinea come la normativa vieta l'utilizzo del mezzo FAX tra uffici della PA e, comunque, come il FAX non possa più essere utilizzato come strumento di trasmissione documenti certificati. 

Il FAX virtuale si comporta esattamente come un apparecchio FAX: viene assegnata una numerazione di rete fissa e tutti i documenti FAX inviati a tale numero vengono inoltrati via posta elettronica, in formato PDF, all'indirizzo e-mail indicato in fase di predisposizione del servizio.

Il personale che fosse interessato ad utilizzare tale servizio deve farne comunicazione via e-mail all'indirizzo centralino@unisi.it, indicando un indirizzo di posta elettronica a cui inoltrare i documenti ricevuti via FAX.

Si precisa che, attualmente, il servizio è in sola RICEZIONE. Non è pertanto possibile, allo stato attuale, inviare FAX attraverso il FAX virtuale.

 

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-07-28 10:29


Casella vocale

Gli utenti che hanno abilitato il servizio di casella vocale possono accedervi componendo il numero *98 e seguendo le istruzioni vocali. La password di default è 0000 (quattro zeri)

La presenza di nuovi messaggi vocali nella casella è segnalata da bip e sul display compare il numero dei messaggi in attesa di essere ascoltati.

Per ascoltare i messaggi in casella vocale da remoto, è possibile chiamare il numero 0577.235000, postselezione 5, e seguire le istruzioni vocali.

Per abilitare il servizio di casella vocale, è necessario inviare richiesta all'indirizzo mail helpdesk@unisi.it indicando il numero di interno dove si desidera attivare il servizio.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2019-04-17 10:07


Monitorare il telefono VoIP del collega

E' possibile rispondere ad una telefonata diretta sul telefono del collega impostando i tasti funzione (i 5 pulsanti in verticale a destra della tastiera) su altrettanti interni da “monitorare”.

Questa operazione, possibile solamente tra terminali VoIP (non è possibile monitorare telefoni analogici o non compatibili), è gestibile in autonomia attraverso l'interfaccia predisposta nella pagina “Preferiti” sul portale VoIP @ Unisi.it (http://voip.unisi.it) dopo essersi autenticati con la propria UnisiPass (password unica di Ateneo):

Attenzione: le modifiche effettuate sulla configurazione del terminale VoIP sono applicate dopo circa 60 minuti dal salvataggio delle stesse: il sistema invia una mail di notifica non appena le modifiche diventano attive

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-07-28 10:25


Altre funzioni programmabili

Oltre alla possibilità di monitorare del telefono dei colleghi, è possibile impostare i tasti funzione del terminale VoIP per trasferire le chiamate, per chiamare velocemente (”quick call”) o per avere una ulteriore linea libera:

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-07-28 10:26


Inoltro chiamate temporaneo

Le chiamate in ingresso possono essere dirottate temporaneamente verso altro numero dentro il sistema VoIP è possibile usare la funzione Call Forward (“CFwd”) ed impostare, seguendo le istruzioni sul display, il numero verso il quale inoltrare le chiamate.

ATTENZIONE: se il Call Forward è attivo, il telefono non squillerà alle chiamate in ingresso

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-07-28 10:30


Inoltro chiamata

E' possibile inoltrare le chiamate ad altro numero sia in fase di “squillo” che successivamente, una volta instaurata la conversazione.

All'arrivo di una telefonata, il display mostra il tasto funzione “Trasf” che, premendolo, chiede di digitare l'interno verso il quale dirottare la chiamata

In caso di chiamata già instaurata, il display mostra due funzioni “Trasf” e “Attes”. Premendo “Trasf” si trasferisce la chiamata ad altro interno. Premendo “Attes” l'interlocutore viene messo in attesa (con musica di sottofondo).

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-07-28 10:31


Cronologia delle chiamate

E' possibile accedere, direttamente dal terminale, alla cronologia delle ultime chiamate ricevute e perse.

Premendo il pad grigio sotto il display, si seleziona la cronologia desiderata:

  • freccia verso destra per l'elenco delle chiamate perse
  • freccia verso sinistra per l'elenco delle chiamate in ingresso

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-07-28 10:32


Personalizzazione suoneria

E' possibile personalizzare lo squillo di chiamata premendo il pulsante corrispondente a “Impostazioni” e seguendo questo percorso sul menù del telefono.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-07-28 10:34


Blocco del terminale VoIP tramite PIN

Il blocco del terminale tramite PIN (codice di 4 cifre necessario per effettuare le chiamate) può venir impostato tramite l'interfaccia di gestione del proprio account VoIP disponibile sul sito http://voip.unisi.it previa autenticazione con unisiPass.

Dal menù in alto scegliere “Profilo” e poi cliccare sul tab “Terminali VoIP assegnati”.

A questo punto cliccare sulla “chiave inglese” posta all'estremità destra della riga corrispondente al terminale del quale volete modificare le impostazioni: si aprirà una nuova finestra.

Qui potete modificare alcune impostazioni relative al terminale, come il nome che compare sul display (“Nome terminale”) ed altre preferenze di visualizzazione.

Per impostare il PIN di blocco, digitate le cifre del codice nella casella “PIN blocco tastiera” (es. “0000”), indicate nella casella sottostante “Timeout blocco tastiera” i secondi dopo i quali il terminale viene bloccate (es. “30” indica 30 secondi), premete il pulsante in basso “OK” per salvare.

Come indicato, le impostazioni saranno attive sul terminale dopo circa 60 minuti.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-07-28 10:35


Effettuare una chiamata

Con il terminale SNOM 710 si può comporre il numero anche senza alzare la cornetta (in questo modo si attiva automaticamente la funzione vivavoce).

Digitando sulla tastiera numerica il numero da chiamare, rispettando le regole della rete telefonica di Ateneo (ad esempio, anteponendo lo '0' nel caso di chiamata verso l'esterno), la chiamata verrà effettuata al momento della pressione del tasto di spunta a sinistra del pad grigio chiaro:

Per interrompere la chiamata si può premere il pulsante 'X' posto a destra oppure riagganciare, nel caso si sia, nel frattempo, alzata la cornetta.

Nel caso si desideri effettuare una chiamata utilizzando la cornetta, la procedura è analoga e richiede comunque la pressione del tasto di spunta 'V' per far partire la chiamata.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-07-28 10:37


Abilitazione chiamate

Ogni account VoIP può essere abilitato ad effettuare chiamate verso l'esterno su 5 livelli:

  • solo interne
  • distrettuali (prefisso 0577)
  • nazionali
  • internazionali
  • verso cellulari (mobile)

alla pagina Profilo->Numerazioni VoIP assegnate del portale VoIP.unisi.it è disponibile il dettaglio delle abilitazioni per ogni numerazione assegnata.

La modifica delle abilitazioni deve essere autorizzata dal responsabile (come da Atto di Indirizzo) e richiesta via e-mail a centralino@unisi.it

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-07-28 10:41


Blocco e sblocco tastiera

E' possibile bloccare la tastiera del proprio terminale VoIP (per evitarne, ad esempio, utilizzi non autorizzati in caso di assenza) mantenendo premuto il pulsante * (asterisco) per qualche secondo: sul display compare la scritta "TASTIERA BLOCCATA", come si vede nell'immagine sotto.

Per sbloccare la tastiera è necessario mantenere premuto il pulsante * (asterisco) e poi, alla richiesta di PIN che compare sul display, digitare il PIN di sblocco (di default, è 0000 - 4 zeri).

Il PIN di sblocco può essere cambiato attraverso il portale VoIP@Unisi.it, accedendo con la propria password unica di Ateneo e, nella pagina "Profilo", sezione "Terminali VoIP assegnati", cliccare sulla chiave inglese a destra. Nella finestra, trovare il campo "PIN blocco tastiera:" ed impostare qui la sequenza numerica desiderata:

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-12-04 15:52


Blocco/sblocco account VoIP

In caso di assenze prolungate o per altri motivi di servizio, potrebbe essere utile bloccare la linea VoIP per impedirne utilizzi non desiderati.

Dalla pagina "Profilo", sezione "Numerazioni VoIP assegnate", è possibile consultare l'elenco degli account VoIP e relativo stato di abilitazione:

Il simbolo verde con spunta bianca indica che la linea è ABILITATA ad effettuare chiamate. Un simbolo rosso con croce bianca indica che la linea è BLOCCATA. Per cambiare lo stato di abilitazione è sufficiente cliccare sul simbolo e seguire le istruzioni a video.

ATTENZIONE: L'abilitazione/blocco della linea ha effetto immediato ed agisce solamente sulla possibilità, o meno, di effettuare chiamate in uscita (sia interne che esterne)

NOTA BENE: Ogni utente può operare esclusivamente sulle linee VoIP a lui assegnate.

Nel caso si tenti di effettuare chiamate da una linea bloccata, sul display del terminale compare la dicitura: "Account locked"

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2017-12-04 15:45


Inoltro telefonate verso cellulari

In casi eccezionali è possibile richiedere l'abilitazione per l'inoltro delle chiamate in ingresso verso un numero di cellulare. L'abilitazione, consentita solo previa richiesta via e-mail all'indirizzo helpdesk@unisi.it, deve essere motivata (dal Dirigente o, comunque, da un Reponsabile) poiché l'inoltro delle chiamate verso numerazioni esterne comporta un costo per l'Amministrazione.

Una volta ottenuta l'abilitazione, il trasferimento può essere impostato come indicato nelle altre FAQ sul "trasferimento di chiamata".

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2018-09-12 09:46


Posta elettronica » Caselle Condivise

Cos'è una casella condivisa?

Questa FAQ è in revisione e non può essere visualizzata.

Autore: : Sonia Gialli
Ultimo aggiornamento: 2018-03-19 08:52


Cos'è una casella condivisa?

Una casella condivisa è una mailbox dedicata in cui vengono recapitati tutti i messaggi spediti a un indirizzo email riferito a un ufficio o a un particolare servizio.

Autore: : Sonia Gialli
Ultimo aggiornamento: 2018-03-19 09:50


Che differenza c'è tra una casella condivisa e un alias?

Alias

  • i messaggi in arrivo vengono reindirizzati nelle mailbox degli utenti che ne fanno parte;
  • ogni utente avrà nella propria mailbox una copia del messaggio spedito all'alias;
  • le risposte saranno visibili solo all'utente che le ha date (salvo mettere in cc: l'alias);
  • la cancellazione di un messaggio avrà effetto solo nella mailbox dell'utente che la compie;
  • lo stato del messaggio (letto/non letto) è relativo solo all'utente che ha letto il messaggio.

Casella condivisa

  • permette agli utenti autorizzati le operazioni di lettura, risposta e cancellazione dei messaggi arrivati;
  • le risposte date da un utente sono visibili anche agli altri;
  • la cancellazione dei messaggi elimina definitivamente il messaggio per tutti;
  • lo stato letto/non letto di un messaggio arrivato è condiviso, cioè quando un utente legge un messaggio, anche agli altri apparirà come letto. Questa opzione può essere disattivata su richiesta.

Autore: : Sonia Gialli
Ultimo aggiornamento: 2018-03-19 09:55


Chi può richiedere una casella condivisa?

Tutto il personale docente o tecnico-amministrativo dell'Università di Siena. Il richiedente verrà automaticamente nominato referente della casella.

Autore: : Sonia Gialli
Ultimo aggiornamento: 2018-03-19 09:57


Come posso richiedere una casella condivisa?

Autore: : Sonia Gialli
Ultimo aggiornamento: 2018-03-19 09:58


Chi può vedere una casella condivisa?

Tutti gli utenti autorizzati dal referente, purchè in possesso di un indirizzo di posta elettronica  dell'Ateneo.

Il servizio non è disponibile per gli utenti su UNISI 2.0 

Autore: : Sonia Gialli
Ultimo aggiornamento: 2018-03-19 10:01


Possono utenti esterni all'Ateneo accedere a una casella condivisa?

No, ma possono ricevere copia dei messaggi ad essa inviati sul proprio indirizzo email.

Autore: : Sonia Gialli
Ultimo aggiornamento: 2018-03-19 10:02


Com'è strutturata una casella condivisa?

E'  formata dalla casella principale e da due sottocartelle:

  • Sent contiene i messaggi spediti in risposta (richiede configurazione identità Thunderbird);
  • Archives contiene i messaggi più vecchi di 2 anni, archiviati automaticamente dal sistema.

Autore: : Sonia Gialli
Ultimo aggiornamento: 2018-03-19 10:14


Come posso accedere a una casella condivisa?

Gli utenti che hanno permessi per accedervi devono sottoscriverla, successivamente la casella comparirà nell'elenco delle cartelle di posta, sotto la voce Caselle condivise.

La procedura per sottoscrivere una casella condivisa è:

  • Thunderbird: clic con il tasto destro sul nome dell'account di posta personale, scegliere nel menu la voce Sottoscrivi, nella finestra popup aperta sotto la voce Caselle condivise selezionare il nome corrispondente la casella interessata e le relative sottocartelle.
  • Webmail: aprire il menu impostazioni e selezionare la voce Cartelle nel menù a sinistra. Espandere la voce Caselle Condivise e selezionare il nome corrispondete alla casella richiesta.

Per il referente, la casella condivisa viene automaticamente sottoscritta in fase di creazione.

Autore: : Sonia Gialli
Ultimo aggiornamento: 2018-10-01 15:28


Si possono aggiungere altri utenti nella casella condivisa?

Il referente può inserire nuovi utenti e definire i permessi di accesso.

All'indirizzo https://systools.unisi.it/ , nella colonna Alias di posta scegliere Gestione alias e caselle condivise, inserire le proprie credenziali UnisiPass, selezionare la casella condivisa interessata, aggiungere uno o più utenti e conferire loro i permessi desiderati.

Autore: : Sonia Gialli
Ultimo aggiornamento: 2018-03-19 10:23


Cosa sono i permessi di accesso degli utenti autorizzati?

Gli utenti autorizzati hanno differenti permessi di accesso in base al profilo stabilito dal referente. I profili possibili sono:

  • standard : l'utente può leggere e rispondere ai messaggi arrivati, inserirne altri, ma non cancellare quelli presenti;
  • referente : è il gestore della casella condivisa. Può leggere, rispondere, inserire e cancellare i messaggi. Può creare sottocartelle e conferire i permessi di accesso agli altri utenti;
  • delegato : nominato dal referente, possiede gli stessi permessi, tranne la possibilità di modificare i permessi degli altri utenti.

Autore: : Sonia Gialli
Ultimo aggiornamento: 2018-03-19 10:33


Si possono modificare i permessi di accesso degli utenti?

Autore: : Sonia Gialli
Ultimo aggiornamento: 2018-03-19 10:34


Gli altri utenti possono vedere le etichette che io imposto attraverso Thunderbird alle mail nella casella condivisa?

Si, se la configurazione delle etichette è la stessa.

Per configurare le etichette su Thunderbird, dal menù scegliere la voce Opzioni, Visualizzazione, Etichette.

Autore: : Sonia Gialli
Ultimo aggiornamento: 2018-03-19 10:36


Il referente può essere modificato?

Si, su richiesta sottoscritta  (inviata a helpdesk@unisi.it) dal vecchio e dal nuovo referente.

Autore: : Sonia Gialli
Ultimo aggiornamento: 2018-03-19 10:38


Si possono creare nuove sottocartelle ?

Si, il referente può creare delle sottocartelle. Le sottocartelle create possono essere cancellate, il contenuto verrà eliminato. Non è possibile cancellare le sottocartelle Archives e Sent.

Autore: : Sonia Gialli
Ultimo aggiornamento: 2018-03-19 10:41


Sicurezza » Telefonia » Terminali mobili

PIN della SIM

Tutte le SIM aziendali devono essere protette con l'impostazione di un PIN numerico a 4 cifre e per nessun motivo deve essere tolto il blocco.

L'utente assegnatario può cambiare il PIN, avendo cura di sceglierne uno facilmente memorizzabile ma non banale (evitare uso di "0000" o "1234") ed evitando di comunicarlo a terzi o di appuntarlo in modo riconoscibile (es. post-it sul monitor "PIN della SIM...").

Il PIN originario di ogni SIM è indicato nella card assegnata a corredo dello stesso, insieme al codice PUK (necessario in caso di smarrimento del PIN).

Le impostazioni per la modifica del PIN sono nella sezione "Impostazioni" di ogni smartphone Android.

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2018-07-12 11:31


Blocco e sblocco dello smartphone

E' importante impostare il blocco automatico dello smartphone in caso di inattività per più di almeno 5 minuti: questa misura impedisce, in caso di perdita di possesso (furto o smarrimento), il furto dei dati contenuti.

E' fondamentale che lo sblocco del telefono sia possibile solo attraverso un segno o un PIN, noto solo all'assegnatario dello smartphone, e che sia sempre attivo.

Sugli smartphone Android è possibile impostare il blocco dalle "Impostazioni" -> "Schermata di blocco e sicurezza" (o definizione analoga).

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2018-07-12 11:37


Crittografia telefono e scheda di memoria

In caso di perdita di possesso dello smartphone (furto o smarrimento) le informazioni che vi sono contenute (foto, credenziali accounts, rubrica telefonica, e-mail....) possono essere facilmente recuperate da malintenzionati ed usate per danneggiare l'assegnatario o l'istituzione.

E' quindi di fondamentale importanza, oltre ad aver implementato le misure di sicurezza come PIN della SIM e blocco automatico del terminale, effettuare la cifratura del file system del telefono e della schedina di memoria (se presente).

Tale operazione è possibile, sugli smartphone Android, dalla sezione "Impostazioni" e "Sicurezza" (o dizione analoga).

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2018-07-12 11:41


Sicurezza » Posta Elettronica

Phishing

Il phishing è una strategia per rubare credenziali di accesso utilizzando tecniche di social engineering attraverso messaggi di posta elettronica più o meno mirati.

Spesso viene fatto leva su indirizzi mittente credibili o su informazioni più o meno verosimili. Oppure su richieste in scadenza o promesse di guadagno per abbassare la soglia di pericolo e invitare l'utente a fornire le proprie credenziali.

Molte campagne di phishing ai danni degli utenti @unisi.it colpiscono attraverso versioni fasulle del portale webmail:

Buona regola è quella di non cliccare MAI sui link inviati insieme alle mail e di verificare sempre che sia l'URL che la connessione protetta (lucchetto verde) siano corretti e presenti:

I nostri sistemi antispam bloccano, ogni giorno, decine di mail fasulle ma può capitare che qualcuna sfugga ai filtri ed arrivi nelle caselle mail degli utenti.

In caso di dubbio, evitare di inserire le proprie credenziali e contattare l'helpdesk per una verifica all'indirizzo mail helpdesk@unisi.it

Nel malaugurato caso siate cadute vittima di un simile raggiro, è necessario cambiare immediatamente le proprie credenziali attraverso il portale https://my.unisi.it e contattare immediatamente il servizio helpdesk (mail a helpdesk@unisi.it) per una verifica su eventuali accessi non autorizzati.

Per rimanere sempre aggiornati su eventuali campagne di phishing o altre minacce, vi suggeriamo di iscriversi al nostro servizio di notifica in tempo reale attraverso il BOT Unisi su Telegram (https://telegram.me/unisibot)

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2018-11-26 13:35


Come fare per...

Videoconferenze veloci

Per esigenze di videoconferenze veloci, è possibile usare Jitsi Meet, disponibile gratuitamente all'URL:

https://meet.jit.si/

E' un servizio gratuito offerto da una azienda esterna all'Ateneo (quindi il servizio è as-is) che permette il collegamento in videoconferenza (o anche solo audio) di più persone.

Non è necessario installare alcunché sul PC: è sufficiente avere microfono e/o webcam. Per l'uso da smartphone è invece necessario installare l'app (per Android e per iPhone).

E' sufficiente scegliere il nome della stanza/conferenza e inviare a tutti gli altri partecipanti il link:

Accettare le richieste di accesso a microfono e webcam:

Iniziare la videoconferenza:

Attualmente non vi sono limiti né di partecipanti né di tempo. Il primo partecipante diventa amministratore della Videoconferenza e, quindi, può impostarne eventuali password o altre features da "Settings" nel menù accessibile dal pulsante con i 3 pallini in basso a destra dello schermo.

Si ricorda che non è un servizio offerto dall'Università di Siena e, quindi, non vi sono garanzie di alcun tipo in merito.

 

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2019-03-14 12:03


Abilitare accesso sicuro a GSuite da applicazioni esterne

Dopo aver abilitato l'accesso a DUE PASSAGGI sul propruio account GMail della GSuite (fortemente consigliato per motivi di sicurezza), alcune applicazioni potrebbero non funzionare più correttamente (es. app per la Posta Elettronica dallo smartphone).

E' quindi necessario utilizzare questa procedura per generare account puntuali per ognuna di queste applicazioni.

Dalla schermata "Sicurezza" del proprio account GSuite, cliccare su "Password per le app" nella sezione "Accesso a Google":

a questo punto si apre una schermata di riepilogo delle password ad-hoc per le applicazioni esterne che abbiamo già creato (o nessuna nel caso non ve ne siano):

Dopo aver selezionato il tipo di accesso che vogliamo concedere, cliccare su "GENERA" per generare la password ad-hoc per l'applicazione:

Utilizzare questa password insieme all'username GSuite per accedere al servizio prescento dall'app esterna.

 

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2019-07-29 11:02


Telefonia di Ateneo » Telefonia Mobile » Convenzione CONSIP TM7

CONSIP Telefonia Mobile 7

Da Giugno 2019 è in essere la convenzione CONSIP Telefonia Mobile 7 per le utenze di telefonia mobile dell'Ateneo.

I dettagli sui profili utenze SIM disponibili e relativi costi sono disponibili a questo documento: Corrispettivi e Tariffe

I dettagli sui terminali di Telefonia Mobile disponibili sono qui: Elenco Terminali mobili (la disponibilità dei modelli può cambiare nel corso del tempo)

La Guida completa alla Convenzione TM7 è disponibile qui: Guida alla Convenzione

Per qualsiasi informazione o richiesta in merito deve essere inviata una mail all'indirizzo helpdesk@unisi.it

Autore: : Michele Pinassi
Ultimo aggiornamento: 2019-09-10 14:26